pellegrinaggio basilica Collemaggio e visita città dell'Aquila

PELLEGRINAGGIO ALLA BASILICA DI COLLEMAGGIO E

VISITA ALLA CITTA’ DELL’AQUILA

Finalmente domenica 21 maggio, festa dell’ascensione, si è potuto realizzare il pellegrinaggio alla basilica di Collemaggio a L’Aquila che è fallito il 29 aprile a causa dei pochi iscritti. Questa volta 56 fedeli hanno aderito a questa bella iniziativa del nostro parroco Don Giuseppe e sono partiti in pullman alle 8,00  dal piazzale della cattedrale per una meravigliosa giornata di fraternità e di preghiera. Don Giuseppe proprio per questo pellegrinaggio ha scritto la condivisione domenicale facendo un p’ di storia sui posti che avremmo visitato nella città dell’Aquila. Questa è la storia della città dell’Aquila e dei due principali luoghi che la caratterizzano e sintetizzano la spiritualità degli aquilani e sono la Basilica Santa Maria di Collemaggio e la Basilica di San Bernardino da Siena: 

L’Aquila è una bella città fondata nel 1254 da re Corrado IV di Svevia, come roccaforte di confine tra il Regno di Sicilia e lo Stato della Chiesa. La tradizione vuole che, nella città appena edificata, si siano trasferite a vivere le popolazioni sparse nei 99 castelli del territorio circostante. A ricordo di questo fu costruita la “Fontana delle 99 cannelle” che è uno dei simboli della città.

La Basilica Santa Maria di Collemaggio è fortemente legata alla memoria dell’eremita Pietro da Morrone, il Papa Celestino V, del “gran rifiuto” dantesco. Non solo perché custodisce la tomba di quel Santo Pontefice, ma prima ancora perché la stessa chiesa fu da lui voluta e costruita. Le cronache del tempo raccontano che di ritorno dal Concilio di Lione, dove aveva ottenuto l’approvazione del suo ordine monastico dei Fratelli dello Spirito Santo, fra’ Pietro, nei primi mesi del 1275, si trovò a pernottare a L’Aquila, e, in sogno la Vergine Maria gli comandò di erigerle una basilica sul Colle di Maggio. La chiesa, la cui costruzione fu lunga e complessa, venne consacrata il 25 agosto 1288. Anche dopo l’elezione al soglio pontificio essa rimase legata alla vita di Celestino V che qui venne incoronato Papa il 29 agosto 1294 e qui, nel medesimo giorno, concesse la famosa “Perdonanza”, una particolare indulgenza plenaria che riscattava dalla pena e dalla colpa quanti avessero devotamente visitato la Basilica, ogni anno, dai vespri del 28 agosto a quelli del 29. È provvidenziale che il nostro pellegrinaggio alle spoglie del Santo Papa eremita avvenga e ridosso della data del suo “dies natalis” (morì infatti il 19 maggio 1296 a Fumone – FR), com’è riportato nel calendario liturgico.

L’altro luogo che caratterizza fortemente la spiritualità di questa città capoluogo dell’Abruzzo è la Basilica costruita nel 1472 per custodire le spoglie mortali di San Bernardino da Siena. Questo grande predicatore qui vi morì il 20 maggio 1444 nel convento di San Francesco, adagiato sulla nuda terra. Davanti al mausoleo a lui dedicato arde la lampada della fraternità alimentata con olio delle colline senesi e gli aquilani lo festeggiano il 20 maggio di ogni anno.

 

Oltre alle due basiliche, dopo aver pranzato nei locali offerti dalla regione Abruzzo, abbiamo visitato, dopo le 15,00, tutto il centro dell’Aquila accompagnati da una guida,. Abbiamo notato che la città si è ripresa molto bene economicamente dopo il disastroso terremoto del 2009. Ha dei monumenti molto importanti e molto spazio riservato al verde e allo svago L’ultima tappa è stato il maestoso castello fatto costruire dagli spagnoli  a difesa dagli attacchi nemici. Da qui  siamo ripartiti in pullman per Roma con la consapevolezza di aver vissuto in comunione con altri fratelli una giornata piena di spiritualità; eravamo tutti abbastanza stanchi, ma ricchi di cultura e di bellezza, per una città che, nonostante tutto,  mantiene intatto il suo fascino.

R.F.


Orari Sante Messe:

 

Chiesa Cattedrale

Feriali:  ore 18.30 

 

Festive:

Sabato: ore 18.30
Domenica: ore 8.30 - 11.00 - 18.30

 

Cappella della Visione S.Ignazio

Feriali: ore 7,30  (Lun.- Ven.)

 

Cappella S. Giovanni Calabria            

Domenica: ore 9.30  


UFFICIO PARROCCHIALE

Dal lunedì al venerdì:   

10.00 – 12.30  e  16.30 – 18.30

Il Sabato:

10.00 – 12.30  

                

A luglio ed agosto: 
lunedì - mercoledì - venerdì  10,30 - 12,30

  

Per informazioni telefonare al numero: 0630890267

o mandare mail a parrocchia@sacricuorilastorta.org


Contantore attivo dal 15 Febbraio 2013

 DONAZIONI E OFFERTE

 


IBAN: 
 IT93H0832703228000000002163

Parrocchia Cattedrale Sacri Cuori di Gesù e Maria

Via del Cenacolo, 43 - 00123 Roma - La Storta