FOTOGRAFIE 2018

21 dicembre 2018 -  concerto di Natale

CONCERTO DI NATALE 2018

Lo scopo dichiarato del concerto natalizio di quest’anno, che si è tenuto in cattedrale venerdì 21 dicembre sera, è stato quello di vivere, in un clima familiare e sereno, una bella esperienza prenatalizia. Per questo gli otto gruppi presenti, che hanno proposto ciascuno brani della tradizione natalizia italiana e internazionale, sono intervenuti senza alcun atteggiamento competitivo. Anzi privilegiando la condivisione fraterna.

Ha aperto la serata il gruppo dei bambini dell’oratorio col canto “Mani” affidandoci un bel messaggio: “restiamo ancora insieme, meno buio sarà”, perché, in questa epoca, ci vuole più coraggio a stare insieme che a rimanere da soli. Eppure intuiamo che solo “INSIEME” ci salviamo e troviamo la complicità per le scelte di bene. Insieme ci riesce meglio l’annuncio che Dio ci ama.                                                                                                      

A seguire i bambini e i ragazzi del catechismo hanno proposto due brani “Bianco Natale” e “Preferisco il Paradiso”. Il primo, della tradizione natalizia più classica (è del 1954): ricorda la necessità che tutti abbiamo bisogno di pace. Pace nel cuore e tra di noi. La fede nel Dio che in “quella notte santa” è diventato compagno di vita per tutti, rende tutto più facile perché infonde serenità. 

Il secondo canto “Preferisco il Paradiso”, noto brano di Marco Frisina, è stato scritto per l’omonimo film su San Filippo Neri. Davanti a tante ansie e desideri di primeggiare, il richiamo dei nostri bambini assume forza liberante e rilassante, perché capace di mettere l’accento su ciò che vale veramente. 

Poi, il Coro parrocchiale ha offerto una carrellata di cinque brani natalizi che hanno messo l’accento sulla Santissima Madre, su tutti i credenti che attendono la venuta del Dio-bambino, e su quella notte splendida in cui il Verbo eterno si è incarnato, lasciando tutti nello stupore. Anche i cieli sono rimasti a bocca aperta! Quella discesa del Figlio di Dio è divenuta benedizione per tutti: “Benedicat tibi Domine”.

L’intervento delle suore Amanti della Croce con un canto sulla notte santa in lingua vietnamita ha dato un tocco orientale al concerto e ha ricordato che la nascita di Gesù è ormai cantata in tutte le lingue. Soprattutto con la lingua del cuore.

I nostri ragazzi del reparto scout hanno suonato e cantato “Jingle bell rock”, brano natalizio statunitense, notissimo per la sua melodia gioiosa e scanzonata.

Dalla loro tradizione salvadoregna, don Melvin e don Andrés hanno proposto “Campana sopra campana”. Il cui ritornello, molto orecchiabile, intonato sulle campane di Betlem, è stato cantato e ritmato con battimani da tutta l’assemblea. A seguire, il gruppo della pastorale giovanile ha proposto la nenia “Astro del Ciel”. Non è stato difficile eseguirne le strofe in diverse lingue, in quanto il brano originale Stille Nacht, scritto nel 1818 da un prete austriaco, è divenuto uno fra i più celebri canti di Natale al mondo, tradotto in più di 300 lingue e dialetti... In questi giorni, in cui ha compiuto duecento anni di vita, è stato inserito dall’UNESCO nel patrimonio immateriale dell’umanità.

A concludere il gruppo famiglie ha eseguito il brano di Daniele Ricci “Adesso è la pienezza” in cui si sottolinea il compimento del tempo dell’attesa. Il tempo in cui il Figlio di Dio si è fatto bambino ed “è nato” dal grembo della Vergine Immacolata. Con lui nasce la speranza per ogni uomo.   Certamente un bel messaggio di fiducia e ottimismo per il nostro tempo incerto e confuso.

 

Don Giuseppe ha concluso con un ringraziamento verso tutti, in particolare, “alle realtà parrocchiali che si sono messe in gioco” rendendo possibile “una serata così riuscita”, ha detto anche una parola di apprezzamento per i due giovani fratelli, Antonio e Carlo, che hanno presentato il concerto. Quindi ha invitato tutti i cantori sull’altare per un brano finale, tra i più amanti dagli italiani, il “Tu scendi dalle stelle”. Lo stesso, intonato coralmente da tutti i presenti in cattedrale, ha dato la cifra dell’entusiasmo che ha coinvolto i partecipanti e che introduce ad un santo e felice Natale.

CELEBRAZIONE ECUMENICA DELLA PAROLA DI DIO 2018

BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI 2018

26 MAGGIO 2018 Pellegrinaggio a S. Vittorino

16-17 GIUGNO 2018  PELLEGRINAGGIO A  SAN GIOVANNI ROTONDO

23 settembre 2018 - La storta saluta don Lulash

DON LULASH NUOVO PARROCO DELLA CHIESA DI S.RITA DA CASCIA