RINNOVAMENTO DELLO SPIRITO

Esperienza di fede nello Spirito Santo

Referenti:

Stefano Sparro

Daniela Scarponi

 

 

 

 

38^ Convocazione Nazionale del Rinnovamento nello Spirito

Al Rinnovamento nello Spirito Santo il Pontefice raccomanda l’impegno per l’unità dei cristiani

Chi siamo noi per dividerci?

Non ci sono leader a vita: se il servizio diventa potere scivola nella vanità e negli affari.




LEGGI QUI SOTTO L'ARTICOLO


Download
3 Luglio 2015 in piazza S.Pietro incontro con Papa Francesco per la 38^ convocazione del rinnovamento nello Spirito
3 luglio in piazza s.Pietro.pdf
Documento Adobe Acrobat 466.6 KB

POMPEI - Pellegrinaggio nazionale delle famiglie promosso da Rinnovamento nello Spirito

«Maschio e femmina Dio li creò»

Si svolgerà a Pompei, sabato prossimo, il Pellegrinaggio nazionale delle famiglie promosso dal Rinnovamento nello Spirito

 

Articolo da Avvenire del 07.09.2014

DI SALVATORE MARTINEZ *

Il monito di papa Francesco – «il diavolo vuole la distruzione della famiglia» – pronunciato durante la 37ª Convocazione del Rinnovamento allo Stadio Olimpico risuona forte e vero nei nostri cuori: ne facciamo esperienza tutti i giorni e ne possiamo dare testimonianza perché lo Spirito del Signore Gesù mai ci abbandona e ci dà la forza «di vincere il male con il bene» (cfr Rm 12, 21). La famiglia cristiana è sempre stata un «tesoro in vasi di creta» (2 Cor 4, 7). Un «tesoro» le cui ricchezze vanno responsabilmente accolte, esplorate, custodite, investite! Un «tesoro» di grazie, troppo spesso immiserito dai nostri peccati, dai nostri tradimenti, dall’egoismo generazionale dei padri verso i figli e dei figli verso i padri, dalla mancanza di vita spirituale all’interno delle mura domestiche.

Stiamo permettendo che la famiglia cristiana viva il trasformismo di una laicità senza ideali, senza

consonanza con le verità esistenziali del Vangelo; stiamo accettando supinamente che l’opera creatrice di Dio venga sconvolta dalla dittatura di orientamenti culturali contro natura; stiamo

abdicando al dovere di educare cristianamente i nostri figli al bene comune e assistiamo sgomenti e

impotenti alla violenza disumana e mortale che, in nome di Dio, le famiglie del Medio Oriente e di

tanti Paesi d’Africa e del mondo sono costrette a subire. Da dove verrà la soluzione? Dagli Stati, dalle politiche monetarie, dalle organizzazioni umanitarie? La vera soluzione è e rimane un’umile e

convinta conversione dei cuori, delle menti e dellevolontà al Signore Gesù, vero e benefico amico dell’uomo e di ogni famiglia umana. Noi non conosciamo arma migliore che la preghiera e la forza dell’unità nel nome di Gesù! La nostra fede non è per «protestare», ma per «proporre» modelli di vita buona. Per questo ritorniamo a Pompei sabato 13 settembre e ci facciamo ancora una volta pellegrini sulle orme della nostra fede: pregheremo insieme i sette Misteri del Rosario della Famiglia, una selezione dei venti Misteri canonici, portando nel cuore la grande speranza del riscatto spirituale e sociale della famiglia. Vogliamo mostrare con gioia a Dio, prima che agli uomini, il volto delle nostre famiglie, la loro dignità, a partire dalle più provate, per ricevere

dall’Altissimo il miracolo di un nuovo amore, di una nuova identità, di una nuova fedeltà, di un

nuovo coraggio nella testimonianza del «Vangelo della famiglia». Come da tradizione, il VII Pellegrinaggio nazionale delle famiglie per la Famiglia è promosso dal Rinnovamento nello Spirito Santo in collaborazione con la Prelatura pontificia di Pompei, con il Pontificio Consiglio per la famiglia, con l’Ufficio nazionale per la pastorale della famiglia della Cei, con il Forum delle associazioni familiari e con i Comuni di Pompei e di Scafati. Quest’anno si offre come segno di comunione e d’intercessione in vista della celebrazione del prossimo Sinodo dei vescovi

sulla famiglia. Un corale e popolare gesto di preghiera, nel quale genitori e figli, nonni e nipoti,

giovani e anziani si mettono in cammino, per testimoniare il valore della preghiera in famiglia,

come via d’incontro tra le generazioni e mezzo privilegiato per la trasmissione della fede.

Il Pellegrinaggio sarà scandito dall’ascolto della parola di Dio, dal canto, dal silenzio, dalla

meditazione, dalle preghiere, dalle testimonianze di vita familiare sotto lo sguardo vigile e accogliente della Vergine del Rosario. Tutti sono invitati a partecipare. Vi attendiamo, per gridare insieme: «W la famiglia! La famiglia è viva!».

* presidente di RnS