11 -13 Novembre 2016 - VI Festa della Visione di S. Ignazio

Giovedì 10 , il giorno prima dell’inizio della VI festa della Visione  2016 (rievocazione della Visione di S.Ignazio a la Storta),  Don Lulash, Don Charles e don Melvin hanno celebrato una veglia di preghiera in onore del Santo. Per recitare il rosario, ai piedi dell’altare maggiore è stata  composta una coroncina di lumini da accendere uno alla volta ad ogni inizio di preghiera. Terminato il rosario, la veglia è continuata con l’Adorazione Eucaristica. Il clima creato è stato ricco di spiritualità e le persone presenti hanno partecipato cantando e alternando lunghi momenti di silenzio. Venerdì 11, la festa ha avuto come programma una bellissima  serata sul discernimento di Sant’Ignazio. La conferenza è stata condotta da Padre Daniele Libanori, gesuita, direttore nazionale dell’Apostolato della preghiera. L’argomento trattato è stato da tutti molto apprezzato. Sabato, seconda giornata di festa, allietata da bel tempo, c’è stata, alle 14.30, l’animazione con i ragazzi e bambini dell’oratorio e del catechismo.  Sono stati portati tutti nella cappellina di S. Ignazio per narrargli la storia che lega questo santo alla chiesetta e  come Gesù abbia operato in lui dandogli la consapevolezza che Egli lo avrebbe accompagnato nel  suo viaggio a Roma. Il resto del  pomeriggio è trascorso tra giochi musica e laboratorio. La sera, dopo la S. Messa delle 18,30, c’è stato la Family Fest con la partecipazione del ballo folkloristico eseguito da bambini e ragazzi peruviani. L’intrattenimento è continuato con un servizio gastronomico per la cena preparato dagli scout. Domenica 13, appuntamento per tutti davanti la cappella della Visione; qui c’è stata una piccola rappresentazione dell’arrivo di S. Ignazio con due compagni a la Storta nel 1537. Dopo un breve rito per iniziare la processione, don Lulash ha fatto uscire dalla chiesetta la statua sollevata dai portatori in costume medioevali. La Banda musicale di Castel nuovo di Porto, un nutrito gruppo di figuranti in abiti storici, numerosi fedeli e associazioni hanno accompagnato la statua del Santo in corteo lungo la via cassia fino al piazzale della Cattedrale dove c’era in attesa il nostro vescovo S.E. Mons. Gino Reali che poi ha presieduto la S. Messa. L’omelia di Mons. Gino Reali ha ripreso un po’ di vita di S. Ignazio, mettendo in evidenza la forza d’animo e la perseveranza del Santo. Al termine della Celebrazione prima della benedizione finale, Don Roberto ha ringraziato, per la loro presenza, il presidente e il vice presidente del consiglio municipale, i vigili urbani, la CRI, il servizio di sorveglianza e il coro parrocchiale che, come sempre, ha animato con i canti la S. Messa. Don Roberto ha voluto ringraziare soprattutto  don Lulash, per aver guidato, come sostituto del parroco, la comunità della parrocchia durante tutto il 2016, a questo punto dall’assemblea è partito  un caloroso applauso. Anche il Vescovo ha rivolto dei ringraziamenti, questi sono andati ai tanti parrocchiani che si sono impegnati durante questi giorni, e in particolare a Teresa che nonostante l’età ancora prepara i costumi d’epoca per la sfilata dei bambini. Infine il vescovo ci ha dato la notizia che ha individuato la figura del parroco della Cattedrale. Il passaggio avverrà dopo le feste di Natale, quindi ai primi di gennaio la nostra parrocchia avrà un nuovo pastore.

                                                                              Roberto Franco

Foto Giovedì 10 Novembre - Veglia di preghiera

Foto - Venerdì 12 Novembre -  Conferenza sul discernimento di S. Ignazio

Foto - 12 Novembre - Family Fest

Foto - Domenica 13 Novembre - Processione e Santa Messa