Programma celebrazioni Settimana Santa 2015

Download
Celebrazioni Settimana Santa 2015
Celebriamo la Pasqua 2015.pdf
Documento Adobe Acrobat 131.8 KB

Venerdì 27 marzo Passio Christi-Venerdì 3 aprile Via Crucis

Download
27.03.15 Passio Christi - Passio Domini - Passio Hominis. "Le ultime Parole"
Passio Christi-Passio Domini-Passio Homi
Documento Adobe Acrobat 481.9 KB
Download
03.04.15 Venerdì Santo Passione del Signore - VIA CRUCIS
Via Crucis - 3.04.15.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.1 MB

Quaresima 2015

Mercoledì delle Ceneri

18 febbraio 2015

 

ACCOGLIENZA:

Fratelli e sorelle,

con il gesto delle ceneri entriamo in un tempo di grazia: la Quaresima. Riconosciamo di essere dei poveri, degli esseri mortali,dei peccatori, ma  anchedi essere fattiad immagine di Dio. Il male ha deturpato, offuscato in noi  la dignità dei figli, ma Dio può risanarci  e trasformarci  con la suamisericordia.

 

INTRODUZIONE ALLA PREGHIERA DEI FEDELI:

O Dio, tu non ti stanchi di noi e ci offri la possibilità di un nuovo inizio. Assieme a tuttii cristiani che cominciano l’itinerario verso la Pasqua,ci rivolgiamo a te. Sostieni  il  nostro  cammino di  conversione.

Insieme ti diciamo: Cambia i nostri cuori, Signore!

 

INTENZIONI PER LA PREGHIERA DEI FEDELI:

-     Nel battesimo tu ci hai reso creature nuove in Cristo, ma noi ci siamo dimenticati di te. Ridesta tutti i cristiani con la forza della tua Parola, perché ognuno avverta il desiderio di tornare a te con  tutto il  cuore. Preghiamo...

-     I problemi e le tensioni della vita spesso ci gettano nella tristezza e nella paura. E tuttavia  restiamo aggrappatiai nostri beni, ai nostri interessi, ai  nostri sbagli. Guarisci  le nostre infermità,sciogli le nostre durezze, liberaci  dall’egoismo, e facci intravvedere la possibilità di una vita diversa. Preghiamo...

-     La tua Parola sia come un seme buono che raggiunge ogni bambino e ogni ragazzo del catechismo. Non permettere che venga soffocata dalle distrazioni e dalla leggerezza. Fà che porti  un frutto abbondante. Preghiamo ...

-     Non permettere che i giovani progettino il loro futuro cercando solo il loro tornaconto. Non permettere  che le loro energiee la loro capacità di amare      siano  sciupate. Preghiamo...

-     Apri le nostre famiglie alla riconciliazione e al dialogo. Ridesta l’impegno per i poveri, per quelli  più vicini e per quelli  lontani. E metti in ognuno la voglia di fare qualcosa per chi si trova solo, a disagio, abbandonato. Preghiamo...

-     Dona con larghezza il tuo perdono a quanti sono sinceramente  pentiti  del male commesso. E offri la possibilità di cominciare una vita nuova a coloro che sono  usciti  da esperienze  dolorose. Preghiamo...

 

ORAZIONE:

La tua Parola è lampada sul nostro cammino:

non permettere, o Diò che ci lasciamo abitare dalle tenebre.

Donaci la forza di percorrere le tue vie per vivere una nuova primavera.

Tu, nostro Padre per i secoli dei secoli.

 

PRIMA DEL RITO DELL’IMPOSIZIONE DELLE CENERI:

Un pò di cenere sul mio capo: è il segno della mia umiltà. Conosco il peccato che abita il mio cuore e il mio corpo, conoscole catene che mi impediscono di crescere. Oggi, mio Dio, tu mi  prendi  per mano  e mi inviti a uscire dal grigiore. Un pò di cenere sul mio capo: è il segno della mia umanità.Conosco la mia mancanza di coraggio e le paure nascoste nel profondo. Conoscola mia inadeguatezza che rende opachi i giorni. Oggi, mio Dio, tu mi prendi  per mano e mi regali  una fiducia nuova. Un pò di cenere sul mio capo:  è il segno della mia decisione. Lotterò per vincere le tenebre che sono in me, abbandonerò le cattive abitudini e ti seguirò sulla strada del Vangelo. Sì, mio Dio, voglio seguire le tue orme e camminare fino alla luce della Pasqua!

 

dopo la comunione

ORAZIONE FINALE:

Eccoci, Signore Gesù, all’inizio di un’altra Quaresima! È appello ad intraprendere un cammino di conversione per celebrare in  verità  la  tua  Pasqua  di  morte  e  risurrezione e  rinascere  a  vita  nuova.

Tanti sono i messaggi che la tua Parola oggi ci offre; tutti sono invito  a  lasciare alle spalle il  peccato e  quanto cancella il tuo amore nel nostro rapporto con te, con  i fratelli e, persino, con noi stessi. Fà che sappiamo accogliere, senza più alcuna esitazione, il tuo invito alla conversione; le ceneri, poste sul nostro capo, siano il segno del nostro impegno a vincere il male. Distruggi la nostra ipocrisia, scuotici dalle sordità; aumenta la fede, dona forza alla speranza, rinsalda la carità, vinci con la tua misericordia i nostri fugaci desideri di potere e di successo. L’elemosina, la  preghiera, il  digiuno da tutto ciò  che  sfigura la  veste  del  Battesimo  ci  aiutino  a guarire la società, la gente, le città, i quartieri, le famiglie da ogni male che vi alberga, perchè tutti insieme, con il cuore purificato, camminiamo verso la tua Pasqua, epifania del tuo Amore. (M.G.)



Gesù è spinto nel deserto per essere tentato

dopo 40 giorni proclama il Vangelo di Dio

Signore, che sempre cammini accanto a noi, nostro conforto e nostro scudo, arcobaleno in quel deserto, nel quale spesso non ti ascoltiamo e perdiamo noi stessi …  oggi ti ringraziamo per questo nuovo cammino quaresimale e ti preghiamo, perché sia questa l’occasione per rendere la nostra identità più profonda e autentica: siamo fratelli e figli tuoi, per tutto il tempo che ci concedi, ad ogni svolta della nostra vita. Kyrie eleison.

 

Iniziamo la Quaresima

La Quaresima, come dice il nome, è un tempo di 40 giorni: sono iniziati mercoledì delle ceneri e termineranno il giovedì santo con la Messa Crismale.

È un cammino in salita verso la Pasqua la cui sommità è rappresentata dalla Veglia Pasquale.

È il tempo della Misericordia del Signore, il tempo favorevole per la nostra conversione con

1)      L’ascolto della Parola di Dio

2)      La preghiera

3)      La penitenza (confessione, conversione, riconciliazione)

4)      La carità (l’elemosina, spezzare il pane con i poveri)

 

I tre segni di Quaresima nelle nostre case

1)      La Bibbia o il Vangelo aperto su di un leggio collocato in un posto ben visibile con una luce accesa. Dedica cinque, dieci minuti a leggere un passo del Vangelo. è Gesù che ti parla. Pensa un po’ che cosa dice, che cosa ti dice. Se non senti nulla passa ad un altro passo ed attendi con pazienza, chiedendo a Gesù che ti parli. (Papa Francesco)

2)      Poni accanto un pane. Ti aiuta a far memoria dell’Eucaristia, del Pane della Vita, la vita che Gesù ti dona e la vita che tu puoi condividere con i fratelli attraverso la carità, l’amicizia, il perdono, la comunione d’amore.

3)      Colloca anche un piccolo salvadanaio che potrai chiedere in parrocchia. Privandoti di qualcosa potrai essere utile ad altri soprattutto ai più poveri. È il segno della condivisione dei tuoi beni con chi non ne ha. Fissa un obiettivo preciso di carità e mantieni l’impegno di una rinuncia quotidiana.

4)      Il testo di una preghiera. Prega insieme con la tua famiglia soprattutto, se ci sono, con i figli più piccoli, prima del pranzo o della cena, o solamente la domenica:

Grazie, Padre

per questo viaggio verso la Pasqua

del tuo Figlio crocifisso e risorto.

Mettiamo i nostri passi sulle orme da lui lasciate. 

Come lui, ascoltiamo la tua Parola:

è il nostro cibo.

Desideriamo ciò che lui desidera.

Amiamo ciò che lui ama.

Amen.


 

 

Esercizi Spirituali in  Parrocchia tutti i Venerdì di Quaresima:  «Misericordia io voglio»

 

Tutti i Venerdì di Quaresima, alle ore 20.30 :

Meditazione Quaresimale e Via Crucis

 

Accogliendo l’esortazione forte lanciata da Papa Francesco nel Messaggio Quaresimale di quest’anno, abbiamo preparato un itinerario di conversione con una catechesi sulla Misericordia del Signore e il pio esercizio della Via Crucis, il Venerdì sera in Cattedrale. Vieni!

 

Nel suo Messaggio, Papa Francesco, così ci esorta:

                              

In primo luogo, possiamo pregare nella comunione della Chiesa terrena e celeste. Non trascuriamo la forza della preghiera di tanti! L’iniziativa 24 ore per il Signore, che auspico si celebri in tutta la Chiesa, anche a livello diocesano, nei giorni 13 e 14 marzo, vuole dare espressione a questa necessità della preghiera.

In secondo luogo, possiamo aiutare con gesti di carità, raggiungendo sia i vicini che i lontani, grazie ai tanti organismi di carità della Chiesa. La Quaresima è un tempo propizio per mostrare questo interesse all’altro con un segno, anche piccolo, ma concreto, della nostra partecipazione alla comune umanità.

E in terzo luogo, la sofferenza dell’altro costituisce un richiamo alla conversione, perché il bisogno del fratello mi ricorda la fragilità della mia vita, la mia dipendenza da Dio e dai fratelli. Se umilmente chiediamo la grazia di Dio e accettiamo i limiti delle nostre possibilità, allora confideremo nelle infinite possibilità che ha in serbo l’amore di Dio. E potremo resistere alla tentazione diabolica che ci fa credere di poter salvarci e salvare il mondo da soli.

________________________________________________________

 

 

Venerdì 20 febbraio                       Introduzione alla Quaresima e riflessione sul Messaggio del Papa:                                                         Rinfrancate i vostri cuori (Gc 5,8)

 

Cari fratelli e sorelle, desidero pregare con voi Cristo in questa Quaresima: “Fac cor nostrum secundum cor tuum”: “Rendi il nostro cuore simile al tuo” (Supplica dalle Litanie al Sacro Cuore di Gesù). Allora avremo un cuore forte e misericordioso, vigile e generoso, che non si lascia chiudere in se stesso e non cade nella vertigine della globalizzazione dell’indifferenza.

 

Venerdì 27 febbraio                       1ª Meditazione: Misericordioso è il Signore,

                                                                                lento all’ira e grande nell’amore (Ps 103)

 

                                                                              Ascoltiamo la Parola:

                                                           Esodo 34,5-6:             Dio misericordioso e ricco di amore

                                                           Isaia 49,15-16:           Disegnati sulle palme delle mani di Dio

 

Venerdì 6 marzo                 2ª Meditazione: Gesù rivela con i gesti e le parole il Padre misericordioso

 

                                                           Ascoltiamo la Parola:

                                                           Matteo 9,9-13:           La chiamata di Matteo

                                                           Matteo 12,1-14: Le spighe strappate e la guarigione di un uomo                                                                                        dalla mano   paralizzata

 Venerdì 13 marzo                3ª Meditazione: Beati i misericordiosi perché troveranno                                                                              misericordia

 

                                                           Ascoltiamo la Parola:

                                                           Luca 6,36-42: La trave nel mio occhio

                                                           Luca 10,30-37: Il buon samaritano

 

 Venerdì 20 marzo                4ª Meditazione: La Chiesa sacramento di Misericordia

                              

                                                           Ascoltiamo la Parola:

                                                           Luca 19,1-10: Zaccheo

                                                           Giovanni 8,1-11: La donna adultera

 

 Venerdì 27 marzo                Celebriamo la misericordia e il perdono dei peccati:

                                                           - Celebrazione penitenziale con confessioni individuali 

                                                           - Consegna della “Misericordina”

 

                                                           Ascoltiamo la Parola:

                                                           Matteo 5,31-46: Il giudizio finale

______________________________________________________

 

 

 

Per la nostra meditazione personale:

                                              

Signore, sul quadrante della mia giornata

tu non segni che ore di misericordia.

Niente è più bello delle tue misericordie.

Ciò che importa a te non è il nostro passato,

ma ciò che possiamo divenire

sotto l'azione della Grazia.

Tu fai credito a tutti per il domani,
che
è il giorno della salvezza.

Il passato lo si redime nella fedeltà
a Colui che ci fa nuova creatura.

                                                                       (Don Primo Mazzolari, da "La Samaritana")

 

 

Gesù, chiudimi in fondo al tuo Cuore
e difendimi dagli assalti del nemico.
Non attendo aiuti dagli uomini:

ogni mia speranza è in te.

Dammi il tuo Cuore misericordioso,
che può tutto, e sarà sufficiente per me:
non temo nulla.

Di una cosa soltanto ho paura:
di offendere te.

Lascio a te la completa libertà
di guidare l'anima mia

per le strade che tu vuoi.

Fammi riposare accanto al tuo Cuore.

                                                                                                    (Santa Suor Faustina Kowalska)

 

 

Signore, insegnaci ad amare
perché il genio dell'apostolato
è saper amare:

amare il prossimo e i lontani,
la patria nostra e altrui,

gli amici e i nemici,

i pagani e gli atei.

Amare tutte le classi sociali,

specie quelle più bisognose di aiuto.
Amare i bambini e i vecchi,

i poveri e gli ammalati,

chi merita e chi non merita
di essere amato.

Amare il nostro tempo

e il nostro mondo.

O Cristo, donaci di amare
con il tuo Cuore, per amore,
con l'ampiezza di Dio.

                                                                                                  (Beato Papa Paolo VI)

 

 

Gesù, per me il tuo Cuore

sia forza nel combattimento,
sostegno nella mia debolezza,
luce e guida nelle tenebre,
riparo ai miei difetti,

santificazione delle mie intenzioni e azioni.
Consuma in me tutto ciò che c'è

di me e metti al posto di me

ciò che è tuo: trasformami in te.
Voglio vivere soltanto di te e per te.
Sii, dunque, la mia vita,

il mio amore e il mio tutto.

                                                                       (Santa Margherita Maria Alacoque)