ARCHIVIO 2014

VANGELO DELLA DOMENICA PER ADULTI E BAMBINI

Commento al Vangelo della domenica per i bambini e S. Messa per gli adulti.

Leggi qui

Natale 2014 - Corona d'avvento preparata dai bambini dell'oratorio e del catechismo

Sabato 29 novembre circa 100 bambini e ragazzi dell’oratorio parrocchiale e della catechesi, si sono ritrovati alle ore 15.00, per preparare la Corona d’Avvento in preparazione al Natale.

Sotto il tendone, dove i bambini dell’oratorio si ritrovano ogni sabato, tutti si sono messi all’opera.

Le catechiste e gli animatori dell’oratorio hanno provveduto tutto il materiale, piatti dorasti, candele, tanti rami di piante sempreverdi e decorazioni.

Raccolti per gruppi intorno ai tavoli, anche con l’aiuto di tanti genitori , dopo la preghiera di inizio si è dato il via all’attività.

Un vero e proprio laboratorio dove ognuno ha potuto esprimere il proprio estro nel realizzare quella corona, che con i suoi lumi, che verranno accesi di domenica in domenica, segnerà il nostro camminare verso Gesù che ci viene incontro nel suo Natale.

E’ stato bello vedere i catechisti e gli animatori pronti a seguire, a correggere, ad incollare quanto i bambini hanno saputo esprimere.

Alle ore 17.00 i lavori erano ultimati e tutte le corone, presentate dai bambini, sono state benedette per essere poi portate a casa, insieme al foglietto preparato per la preghiera domenicale da fare in famiglia.

Quindi la merenda, mentre le catechiste hanno provveduto a riordinare tutto.

L’incontro si è concluso con le prove dei canti per animare la Messa delle ore 10.00 dell’indomani, Prima Domenica di Avvento.

Poi, tutti a casa, lodando il Signore per questo nuovo incontro di famiglia che ci ha trovati riuniti in semplicità, con la gioia di prepararci insieme ad accogliere il Signore Gesù nel suo prossimo Natale.

Un grazie particolare alle catechiste e agli animatori dell’oratorio per la loro generosa disponibilità di tempo e per essersi impegnati a provvedere e predisporre ogni cosa con la propria fantasia e mezzi.

 

NATALE 2014 - AUGURI!  AUGURI!  AUGURI!

Martedi 16 e mercoledi 17 i bambini della Comunione si sono ritrovati in Cattedrale con genitori e parenti per scambiarsi gli auguri di Natale. I quattro gruppi del primo anno hanno presentato "La storia della salvezza", un tema trattato nel primo periodo di catechesi.

Clicca qui

FESTA DI NATALE CON LA COMUNITA' SRILANKESE

26 dicembre 2014 - Grande festa di Natale della comunità dello Srilanka della nostra Diocesi nel teatro della parrocchia della Giustiniana

clicca qui


RIFLESSIONE SUL NATALE 2014

Rappresentazione fatta al termine della messa di natale dai bambini e ragazzi del Catechismo/Oratorio per l'accensione del Presepe allestito sotto il portico della Cattedrale. Testo scritto da don Adriano Furgoni.

Clicca qui per leggere il testo

AUGURI DI BUON NATALE 2014

I nostri auguri di Buona Natale con questa riflessione.

 Il mio compleanno quest'anno. Un invito speciale per te.

 Clicca qui per leggere la riflessione

LA SCUOLA DI ITALIANO FESTEGGIA LE VACANZE NATALIZIE

Giovedì 18.12.2014 la scuola di italiano per immigrati ha organizzato un rinfresco per festeggiare con gli studenti la chiusura per le vacanze natalizie, alla presenza del parroco don Adriano e del suo vice don Lulash responsabile Caritas.

Per le foto clicca qui

PRANZO DI NATALE CARITAS

Anche quest'anno  in occasione del Natale, il ristorante "FACOCCHIO" sabato 20 dicembre, dimostrando grande generosità, ha offerto un pranzo ad un gruppo di famiglie assistite dalla Caritas parrocchiale.

Clicca qui per le foto

CONCERTO DI NATALE DELL'ISTITUTO S. GABRIELE

Il 19 dicembre alle ore 20,30 presso la nostra Chiesa Cattedrale si è svolto un Concerto di Natale organizzato dall'Istituto S. Gabriele.

Clicca qui per info e foto

AVVENTO 2014

La nostra umana attesa e l’Avvento.

La fragilità che sfama

 

un Dio fragile come un pane che si spezza.

Leggi qui l'articolo pubblicato su Avvenire il 30.11.14

23.11.2014 - XII RADUNO CORI DELLA DIOCESI

23 novembre 2014 - Appuntamento annuale dei cori diocesani nella chiesa dei SS. apostoli Pietro e Paolo.

Clicca qui per saperne di più

Concerto di Natale dell'Istituto S. Gabriele

Il 19 dicembre alle ore 20,30 Concerto di Natale presso la nostra Chiesa Cattedrale organizzato dall'Istituto S. Gabriele.


Per ulteriori info ingrandisci la locandina cliccandoci sopra 

8-9 NOVEMBRE 2014           IV FESTA DELLA VISIONE


IV Festa della Visione di S. Ignazio a La Storta. Riffa di solidarietà per le opere parrocchiali. Vincono i premi i seguenti numeri  estratti l' 8 novembre sulla ruota di Roma: 1° Estratto N°64 - 2° Estratto N°90 - 3° Estratto N°56 - 4° Estratto N° 54 - 5° Estratto N°63

IV FESTA DELLA VISIONE DI S.IGNAZIO

8 – 9 novembre 2014 - Festa della Visione de la Storta (1537 – 2014)

IV edizione “nella memoria del 200° anniversario della ricostituzione della compagnia di Gesù 1814-2014”

SCOUT- 30.11.2014 PRANZO DI AUTOFINANZIAMENTO

La base scout La Valletta - La Storta ha organizzato un pranzo di autofinanziamento per domenica 30 novembre 2014. Per informazioni più dettagliate ingrandisci la locandina 


14.11.2014 CAPPELLA DI S.IGNAZIO PREGHIAMO PER LE VOCAZIONI

Invito per un momento di adorazione e di preghiera per il dono delle vocazioni venerdì 14 novembre presso la cappellina di S. Ignazio. 

INTERVISTA CON IL CARDINALE ROGER ETCHEGARAY

Sua  Em.za il Card. Roger Etchegaray titolare della nostra diocesi di Porto- S. Rufina ha compiuto 92 anni. Noi sarcedoti con l'intera comunità parrocchiale della Cattedrale gli siamo vicini e riconoscenti con l'augurio, la preghiera e comunione fraterna. Buon compleanno e ad multos annos.....

Leggi l'articolo

 

8 - 9 NOVEMBRE 2014 FESTA DELLA VISIONE DI S.IGNAZIO

8 – 9 NOVEMBRE 2014

IV Edizione -  “NELLA MEMORIA DEL 200° ANNIVERSARIO DELLA RICOSTITUZIONE DELLA COMPAGNIA DI GESÙ 1814-2014”

Leggi qui il programma

 

LECTIO DIVINA

Anno 2013 - 2014.

Da giovedì 3 ottobre, sono ripresi gli incontri di "Lectio Divina" presso la sala Pangrazio;  ore: 16,30 - 18,30

Leggi qui

ORATORIO PARROCCHIALE INVERNALE

Il 27 settembre alle ore 15,00  inizia, con una festa, l'oratorio parrocchiale invernale. Sono aperte le iscrizioni.

 

Scarica qui il modulo d'iscrizione

INGRESSO VERDE PER LA VIA FRANCIGENA

Nella riserva naturale romana dell'Insugherata. Presto la via Francigena potrà avere un ingresso "verde" a Roma, lontano dal traffico.

Leggi qui

UNA BUONA NOTIZIA

In data 13 giugno 2014, festa di S. Antonio di Padova è stata depositata la sentenza, emessa dal tribunale ordinario di Roma  il 26 maggio 2014, della causa civile di primo grado promossa da Emery srl (ex Fico d’India) contro la parrocchia, iniziata il 28.05.2010, con esito per noi favorevole.

Leggi qui la sentenza

CHIUSURA DELLA CAPPELLA DI S. IGNAZIO IN PIAZZA DELLA VISIONE

Una decisione forzata e dolorosa. Sono veramente dispiaciuto di aver dovuto prendere il provvedimento della chiusura della cappella negli orari al di fuori delle celebrazioni per garantire il rispetto al luogo sacro.  Don Adriano

Leggi qui le lettere in pdf

CORTEO STORICO

Visita la pagina del corteo storico, si cercano sempre adesioni per arricchire questa tradizione del nostro quartiere.

Il Corteo storico è attualmente composto da singoli volontari che si ritrovano solo in occasione della festa della Visione.

Si vorrebbe arricchire il corteo, si cercano persone disponibili a curare la crescita di questa realtà, visita la pagina del corteo, contattaci al comitato@sacricuorilastorta.org

ORATORIO IL VOLTO GIOVANE DEL VOLONTARIATO

L'intervento del cardinale Bassetti in Basilica:"Come Francesco onorate la vostra vita".

Da Avvenire del 07.09.2014 -articolo di Valentina Di Maggio

leggi qui

 

LA MORTE DEL NUNZIO APOSTOLICO ANGELO MOTTOLA

Monsignor Angelo Mottola, arcivescovo titolare di Cercina, nunzio apostolico, è morto mercoledì 8 ottobre.

Leggi qui


CAPODANNO EBRAICO-INIZIA L'ANNO 5775

Oggi 24-25 settembre, capodanno ebraico Rosh ha-shanah, inizia l'anno 5775 dalla creazione del mondo ala suono dlo Shofar - celebrazione e tradizione.

Qui l'articolo


S.E. MONS. ANGELO MOTTOLA E' ENTRATO NELLA GIOIA DEL SIGNORE

Nella mattinata di mercoledì 8 ottobre presso l’Ospedale Fatebenefratelli di Villa S.Pietro è tornato alla casa del Padre S.E. Mons. Angelo Mottola.

 

continua a leggere qui


GIULIANO E' TORNATO ALLA CASA DEL PADRE

Il nostro carissimo Giuliano, servitore fedele della nostra chiesa e della comunità parrocchiale, Venerdì 19 settembre alle ore 21,00, nella sua casa, circondato dai suoi familiari: la moglie Angela, i figli Silvio, Fausto, Claudio e Luca e la mamma Giuseppina, è spirato serenamente.

Il Signore ha voluto che, nonostante alcune traversie, fossi anch’io presente. Ho avuto l’impressione che mi aspettasse. Abbiamo pregato, è stato nuovamente unto con l’unzione degli infermi, l’abbiamo accompagnato con le preghiere del passaggio: “Venite, Santi di Dio, accorrete Angeli del Signore. Accogliete la sua anima … In Paradiso ti accompagnino gli Angeli, al tuo arrivo ti accolgano i martiri, e ti conducano nella Santa Gerusalemme … Tu possa godere il riposo eterno nel cielo”. (dalla liturgia)

Terminata questa preghiera Giuliano, dando l’ultimo respiro, si è abbandonato nelle braccia del Signore. La commozione è stata grande, come grande è stato il dolore, ma ancor più grande la fede nella promessa di Cristo: “Io sono la risurrezione e la vita: chi crede in me, anche se muore, vivrà …” (Gv 11,25)

Sono stati lunghi mesi di malattia sofferta con forza, serenità, con tanta discrezione e delicatezza e tanta preghiera. Ogni giorno la S. Messa ascoltata per televisione, la Santa Comunione quotidiana, il Santo Rosario pregato con parenti e amici.

Giuliano nella prova è rinato e trasformato. Proprio come dice Isaia a proposito del servo di Jahvè: “come agnello condotto al macello, come pecora muta di fronte ai suoi tosatori, non aprì bocca” (Is. 53,7)

Dalle sue labbra ho sentito sempre la parola “grazie”. Un grazie detto ai suoi, a Angela, che veramente è stata un angelo accanto a lui, ai suoi meravigliosi figli che, sempre presenti, l’hanno riempito di affetto e tenerezza, un grazie detto sempre a coloro che lo visitavano.

Per me, è stato un grande dono accompagnarlo quotidianamente ad abbandonarsi nelle mani del Padre. Ho ricevuto tanto in grazia e in forza e coraggio.

Giuliano sei entrato per sempre nel mio cuore.

Che commozione nel giorno delle esequie lunedì 22, con la Cattedrale gremita di fedeli, amici, conoscenti e la famiglia dell’UNITALSI diocesana al completo che ha prestato servizio in divisa. Hanno concelebrato, oltre a me, don Lulash, don Maurizio, padre Eugenio, don Giovanni, don Roberto, con la  partecipazione dei diaconi Sergio, Mario e Michele. La concelebrazione è stata presieduta dal Vescovo Mons. Gino Reali e dal Vescovo Mons. Lino Fumagalli che ha tenuto l’omelia.

Entrambi i Vescovi hanno proclamato la fede nella Resurrezione di Cristo come dimensione necessaria per dare speranza al nostro vivere e morire. Hanno testimoniato la gratitudine della chiesa per il servizio svolto con passione, tenacia e generosità nella missione pastorale, soprattutto nel servizio liturgico e nel servizio di carità verso gli ammalati.

“Giuliano si è addormentato nella pace di Cristo. Uniti nella fede e nella speranza della vita eterna lo raccomandiamo all’amore infinitamente misericordioso del Padre, accompagnandolo con la preghiera; lui che, nel battesimo è diventato figlio di Dio e tante volte si è nutrito alla mensa del Signore e ha portato l’Eucaristia ai fratelli anziani e ammalati, sia ora accolto nei cieli al banchetto dei figli e con i Santi sia erede dei beni eterni promessi …”.

Al termine della celebrazione il figlio Fausto ha letto in lacrime una bellissima preghiera attribuita a S. Agostino in cui la morte della persona amata è indicata come nuova presenza nella stanza accanto … in attesa del giorno in cui tutti insieme potremo andare incontro a Cristo quando egli, che è la nostra vita, apparirà nella gloria.

Ora, caro Giuliano, nella tua casa e in questa parrocchia c’è del “vuoto”. Ci manchi! In tutti, il tuo vivere, ma soprattutto il tuo morire, ha provocato una grande riflessione: così muore un cristiano!

Ora che sei lassù, guardaci! Ora che sei nella verità piena invoca la misericordia di Dio su ciascuno di noi. Ora che per te le cose di questo mondo sono passate presenta al Padre misericordioso le nostre corse, le nostre agitazioni, i nostri tanti impegni, le nostre inesorabili mancanze di tempo.

Chiedi al Signore per noi la Sua compassione.

                                                                              A Dio 

                                                                        Don Adriano

 

PREGHIAMO PER S.E. MONS. ANGELO MOTTOLA

Il Vescovo Mons. Angelo Mottola, conosciuto da tanti per il servizio prestato in questa parrocchia, è ricoverato, in condizioni critiche, nel reparto di terapia intensiva presso l’Ospedale Fatebenefratelli di Villa S. Pietro.

continua a leggere qui


INSIEME AD ASSISI

3-4 ottobre. I fedeli del Lazio in pellegrinaggio nella cittadina umbra per confermare con l'offertadell'olio lo strettlo legame con il Poverello.

Insieme ad Assisi. Articolo di Simone Ciampanella su Avvenire  Lazio sette del 28.09.2014.

Leggi qui


3-4 OTTOBRE PELLEGRINAGGIO AD ASSISI

I Vescovi del Lazio annunciano il pellegrinaggio del 3- 4 ottobre con l'offerta dell'olio per la lampada che arde sulla tomba di S. Francesco

Leggi qui gli articoli da Avvenire Lazio sette


IN CAMMINO VERSO ASSISI

Il 3 - 4 ottobre 2014, tutti pronti a mettersi in cammino verso Assisi per la tradizionale accensione della lampada votiva a S. Francesco d'Assisi.

Leggi qui l'articolo da L'avvenire


ITALIA INVECCHIATA

L'ISTAT certifica la crisi demografica. Italia invecchiata.

Da un articolo di Pierluigi Natalia preso dall'Osservatore Romano del 18.06.2014

Leggi l'articolo


RINNOVAMENTO DELLO SPIRITO - PELLEGRINAGGIO NAZIONALE DELLE FAMIGLIE

Sabato 13 settembre 2014 si svolgerà a Pompei il Pellegrinaggio nazionale delle famiglie promosso dal Rinnovamento nello Spirito.

Leggi qui l'articolo


ROUTE NAZIONALE AGESCI

Anche i ragazzi del Clan Pegaso del gruppo scout ROMA 2 della nostra Parrocchia partecipano alla Route Nazionale della branca R/S dell'AGESCI. 

La Route avrà luogo dal 1 al 10 Agosto la prima parte mobile vedrà muovere i passi dei nostri ragazzi sull'appennito Modenese, gemellati con Vignola (MO) e Trivero (BI).

Dal 6 al 10 Agosto tutti a S. Rossore (PI) per il raduno dei 30.000 partecipanti.

Per seguire la loro avventura potete guardare la pagina facebook del gruppo


IL SALUTO DEL PAPA ALL'ANGELUS AGLI SCOUT

Messaggio pontificio agli scout d'Europa. Il saluto del Papa all'Angelus agli scout. " E saluto gli scout dell'Agesci presenti oggi, con una benedizione per le migliaia di scout italiani in cammino verso il grande raduno nazionale a San Rossore.                                                          

Ricordatevi: compassione, condivisione, Eucaristia".           

Dall'Osservatore Romano del 04.08.14

Leggi qui l'articolo


ORATORIO PARROCCHIALE ESTIVO 2014

Una mamma con entusiasmo descrive una giornata trascorsa all'oratorio parrocchiale estivo presso l'istituto S. Gabriele.

Leggi qui e le foto


1° SETTEMBRE PARTITA DI CALCIO PER LA PACE

Secondo Papa Francesco, la partita che si giocherà lunedì 1° settembre, alle ore 20,45, allo stadio Olimpico di Roma è "un 'ulteriore scommessa per la pace". Chi vuole trascorrere una serata nel segno della solidarietà, dell'integrazione e della fraternità, venga in segreteria per richiedere il biglietto gratuito per accedere allo stadio. I biglietti disponibili sono in numero limitato.


IL PROBLEMA DEL MALE NEL MONDO

Oggi, La persecuzione dei cristiani nel mondo è più forte di quella di Roma dei primi secoli.Dall'Osservatore Romano del 22.07.2014.

Leggi qui l'articolo

 


AGOSTO - PELLEGRINI DELLA FRANCIGENA OSPITI DELLA PARROCCHIA

In alcuni giorni di agosto, la nostra parrocchia ospiterà per una o due notti, gruppi di giovani in pellegrinaggio verso S. Pietro sulla via Francigena che saranno accompagnati da un sacerdote. Saranno messi a loro disposizione dei bagni, delle docce e delle stanze che durante il resto dell'anno vengono utilizzate per il catechismo. Per dormire dovranno usare i loro materassini e i loro sacchi a pelo. Già si può dire che il numero dei pellegrini sulla via Francigena quest'anno è aumentato. I gruppi sono formati da 30 - 40 ragazzi e provengono sopratutto dal nord (Brescia, Padova, Reggio Emilia ....). Inoltre verrà anche un folto gruppo di circa 500 giovani guidato dal vescovo della diocesi di Bergamo Mons. Beschi Francesco che celebrerà la S. messa nella nostra Cattedrale alle ore 9.00-9.30 del 23 agosto.


MICHELE E' VOLATO IN CIELO!

Mercoledì scorso 25 giugno ho concelebrato l’Eucaristia nella Cappella Santa Rosa,presso il centro della Marina, dove era esposto il feretro del giovane Michele Ricci,deceduto in un grave incidente stradale a Pisa. L’abbraccio ai genitori Vincenzo e Rachele, in piedi saldi sotto la croce come Maria. Ho sentito da loro parole di fede: “In questa morte e in questo immenso dolore c’è un misterioso disegno di Dio … Pregate perché ora Michele sia felice in paradiso …”. Le testimonianze dei tantissimi amici presenti. Ho pianto nel sentire le loro parole cariche di dolore e di speranza. Ciao, Michele! Anch'io ti vedo nella tua prestanza fisica, gli occhi come il mare del sud, e faccio fatica a pensarti dentro quella bara. Una rassegna di immagini della tua vita, fin da bambino, ho nella mente: in chiesa, con i costumi rinascimentali nelle processioni, all'edicola dei fiori … i tanti brevi colloqui. Tu parlavi con gli occhi e con le smorfie, non con la lingua. Anche la tua semplice fede e la tua gentilezza nel tratto e la tua generosità sono nella memoria di tutti. E allora è proprio vero: tu non sei lì, chiuso in quella bara … ma sei semplicemente volato in cielo. La tua giovinezza per sempre nella morte e nella vita risorta di Gesù, vita che, come un carro di fuoco ti ha preso e ti ha portato lassù, in cielo. Ciao, e prega per noi! Don Adriano

ORATORIO - CENTRO ESTIVO 2014

Centro estivo parrocchiale 2014

Informazioni sulle attività  del centro.

E' stato compilato l'elenco dei ragazzi ammessi all'Oratorio Parrocchiale Estivo con le relative settimane di frequenza, il programma con il materiale necessario per il campo e la delega al ritiro dei ragazzi/bambini.

 Clicca qui per le informazioni

RICORDIAMO RENATO,CORISTA DELLA CATTEDRALE

Il coro parrocchiale,  familiari, amici,colleghi, semplici conoscenti, hanno dato il saluto a Renato  Calapso, componente del nostro coro,  continua...

I PONTI DI ROMA - DA PONTE MILVIO AI PONTI CESTIO E FABRICIO

DOMENICA 15 GIUGNO 2014

Percorso guidato con il professor Alberto Manodori Sagredo (docente di Storia dell’arte presso l’Istituto San Gabriele e di Storia e tecnica della fotografia presso l’Università degli Studi Roma 2 “TorVergata”)Appuntamento:ore 9,30 a Ponte Milvio, lato Piazzale di Ponte Milvio

Iscrizione presso la segreteria dell’Istituto San Gabriele

tel. 06-302831, entro venerdì 13 giugno, versando € 5,00 (contributo per l’audioguida)

MAGGIO E' IL MESE DI COMUNIONI E CRESIME. MA DOPO CHI RESTERA' A FREQUENTARE LA CHIESA?

La "fuga post-sacramentale interroga i parroci, le comunità, i consigli e gli operatori pastorali. La Consulta del Lazio evidenzia le criticità. Due articoli per riflettere estratti da Lazio Sette di Avvenire del 4 maggio 2014.

31 MAGGIO - 1 e 2 GIUGNO 2014 - PELLEGRINAGGIO A S.GIOVANNI ROTONDO

Il Gruppo di preghiera Padre Pio promuove un pellegrinaggio a S. Giovanni Rotondo da sabato 31 maggio  a lunedì 2 giugno 2014.

 

Per il programma vai nella pagina del gruppo PADRE PIO

PELLEGRINAGGI MARIANI ORGANIZZATI DALLA PARROCCHIA

Durante il mese di maggio sono previsti alcuni pellegrinaggi (il lunedì pomeriggio) presso Santuari mariani vicini alla nostra Parrocchia.

Trovi le informazioni ed i moduli

nella pagina di Vita Parrocchiale

MAGGIO - MESE MARIANO

Preghiamo intensamente Maria, Madre di Gesù e Madre nostra con la preghiera del S. Rosario.

 

 Trovi gli appuntamenti in Vita Parrocchiale

SABATO 24 MAGGIO FESTA DI MARIA AIUTO DEI CRISTIANI

Poichè molti non  potranno partecipare alla doppia canonizzazione del 27 aprile, dato l'enorme afflusso di fedeli, si parla di 3/4 milioni di persone, la Sezione Romana  Laziale dell'UNITALSI ha organizzato per sabato 24 maggio, festa di Maria Aiuto dei Cristiani una giornata in Vaticano, giornata dicondivisione uniti nella preghiera guidata dall'amatissimo Cardinale Angelo Comastri.

Qui il programma della giornata:

 

CORSO FORMATIVO OPERATORI CARITAS

In vista del mandato agli operatori Caritas nel mese di giugno, Sabato 10 maggio  ore 9.00-10.00 si terrà il secondo appuntamento formativo presso il centro pastorale (via della Storta, 783). Si invitano a partecipare sopratutto i nuovi volontari impegnati nei servizi alla carità.

27 APRILE FESTA DELLA SANTITA'

Roncalli e Wojtyla pastori vicino all'uomo. Papa Giovanni XXIII e Papa Giovanni Paolo II saranno santificati il prossimo 27 aprile. Il 26 aprile 11 chiese resteranno aperte per il silenzio e la Confessione. A Roma una "Notte bianca" di preghiera

 

leggi qui gli articoli

APPUNTAMENTI SETTIMANA SANTA IN PARROCCHIA

Lunedì Santo (14 aprile)

ore 8.00 Lodi e S. Messa nella Cappella di S. Ignazio

ore 18.00-19.30 in Cattedrale: Disponibilità per confessioni

ore 18.30 S. Messa e preghiera del vespro in Cattedrale

 

Martedì Santo (15 aprile)

ore 8.00 Lodi e S. Messa nella Cappella di S. Ignazio

ore 18.00-19.30 in Cattedrale: Disponibilità per confessioni

ore 18.30 S. Messa e Preghiera del Vespro in Cattedrale

 

Mercoledì Santo (16 aprile)

ore 8.00 Lodi e S. Messa nella Cappella di S. Ignazio

ORE 17.00 S. MESSA CRISMALE PRESIEDUTA DAL VESCOVO,

S. E. MONS. GINO REALI, concelebrata con tutti i Sacerdoti

della Diocesi, con la Benedizione degli Oli

La Comunità parrocchiale è invitata a partecipare

 

IL TRIDUO PASQUALE

 

GIOVEDÌ SANTO (17 APRILE)

LA CENA DEL SIGNORE

ore 8.00 Preghiera delle Lodi in Cattedrale

ore 17.00-18.30 in Cattedrale: Disponibilità per confessioni

ore 18.30 S. MESSA “NELLA CENA DEL SIGNORE” PRESIEDUTA DAL VESCOVO, con Rito della Lavanda dei Piedi e Offerta dei doni

per il servizio della Caritas Parrocchiale. Dopo la celebrazione, il Ss.mo Sacramento sarà portato all’altare della Reposizione

ore 22.00 Veglia di preghiera e adorazione, fino alle ore 24.00

 

VENERDÌ SANTO (18 APRILE)

LA PASSIONE DEL SIGNORE

ore 8.00 Lodi in Cattedrale

ore 17.00-18.30 in Cattedrale: Disponibilità per confessioni

ore 18.30 CELEBRAZIONE DELLA PASSIONE DEL SIGNORE, PRESIEDUTA DAL VESCOVO, CON ADORAZIONE DELLA CROCE 

ore 21.00 VIA CRUCIS in Località Pantanaccio animata dagli Scouts e gruppi parrocchiali

 

SABATO SANTO (19 APRILE)

L’ASSENZA DEL SIGNORE

ore 8.00 Preghiera delle Lodi in Cattedrale

ore 9.00-12.00 in Cattedrale: Disponibilità per confessioni

ore 11.30 in Cattedrale: Incontro con i bambini e ragazzi della Catechesi

ore 12.00 Benedizione delle uova e degli alimenti pasquali e dono degli ovetti

17.00-18.30 in Cattedrale: Disponibilità per confessioni

ore 21.30 SOLENNE VEGLIA PASQUALE PRESIEDUTA DAL VESCOVO,

con celebrazione del Battesimo di Luciana Pensavalle

e Rito di Elezione di quattro Comunità del Cammino Neo-catecumenale

 

DOMENICA (20 APRILE)

PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE

 

ORARIO SS. MESSE: In Cattedrale: ore 8.00 - 10.00 – 11.30 - 18.30

(La S. MESSA DELLE ORE 11.30 È PRESIEDUTA DAL VESCOVO)

Pantanaccio: ore 9.00 Cerquetta: ore 9.30

 

Lunedì di Pasqua (21 aprile) SS. Messe in Cattedrale alle ore 8.00 e 18.30

RITIRO DI QAURESIMA PARROCCHIALE DEL 16.03.2014

Un’altra bella giornata  insieme  con genitori e famigliari, bambini e ragazzi di catechismo, oratorio e scout.

 

9.30  -  Centro pastorale.

Ci siamo ritrovati abbastanza numerosi  per vivere ancora una volta la gioia della Comunità Parrocchiale riunita ad ascoltare  “Parole  di Vita”. Don GIUSEPPE TONELLO, altra felice scoperta portata a noi dal nostro Don Maurizio, ci ha condotto ad approfondire il significato della Quaresima: 40 giorni, un dono di grazia  che ci viene fatto puntualmente ogni anno, occasione per fare un’esperienza  che può cambiarci e dare un nuovo senso alla nostra vita.

 

Noi siamo veramente figli di Dio e GESU’,colui che è vero figlio ha portato la nostra umanità nel deserto,

GESU’, nel deserto  per 40 giorni senza cibo, tentato dal demonio, ne fa l’esperienza in prima persona,

GESU’ vive il deserto da figlio di Dio: regge le pressioni diaboliche, le tentazione: del pane, del potere, dell’immagine. 

 

Don Giuseppe  ci ha invitato a imitare Cristo nell’affrontare i nostri deserti:  vita arida, crisi matrimoniali,  lavoro e relative problematiche … Il deserto ci mette alla prova, ma Cristo lo ha fatto per noi, non viene a cambiare il nostro deserto , ma  ci aiuta a stare nel deserto da figli di Dio. Tutti i giorni noi pretendiamo di cambiare la realtà in virtù di bisogni che riteniamo essenziali, ma la nostra felicità non stà nel cambiare la realtà  ma nell’accettarla con la fede che nella nostra storia si manifesta l’amore di Dio per noi.

 

Don Tonello ci ha parlato con un linguaggio semplice ed efficace e ci ha lasciato con il cuore pieno di fiducia nell’amore di Dio, di speranza, di certezza  del Suo aiuto. Ci ha lasciato con la promessa a tornare tra noi , salutato da un caloroso applauso e da parole di gradimento  da parte dei genitori.

 

Abbiamo partecipato  alla SANTA  MESSA  celebrata da Don Adriano e Don Maurizio  e l’abbiamo sentita come giusto coronamento alle parole ascoltate. Il solito buon pranzo, preparato  dalla nostra Patrizia con l’aiuto e il contributo di mamme e catechiste ha nutrito i nostri corpi  abbondantemente. Ancora un grazie di cuore a tutti coloro che hanno contribuito a render e bella buona e santa questa giornata

 

 

Nicoletta Pozio

Il Parroco Don Adriano esprime il suo ringraziamento per l'iniziativa di carità compiuta sabato 05 aprile 2014, da alcuni gruppi musicali, associazioni culturali e di volontariato in favore di giovani che vivono in situazioni di disagio 

QUARESIMALE IN CATTEDRALE

Quaresimale 2014     in Cattedrale

Tre serate di ascolto e di testimonianze. Il venerdì alle ore 20.30.  «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto per essere tentato. Il Signore Gesù Cristo fu tentato dal diavolo nel deserto. Cristo fu certamente tentato dal diavolo, ma in Cristo eri tentato tu …». (S. Agostino)

 

Venerdì scorso 28 marzo, in Cattedrale, si è tenuto il secondo incontro sulle tentazioni di Gesù. Il nostro parroco Don Adriano Furgoni ha invitato Don Antonello Japicca a condurre le tre serate; Don Antonello, già conosciuto dalla nostra comunità per aver svolto il servizio pastorale nella nostra parrocchia nell’estate del 2000 e, successivamente, missionario in Giappone, ci ha intrattenuto sul tema:

 

LA TENTAZIONE DEL PRESTIGIO:

 

“Non metterai alla prova il Signore tuo Dio”

 

 

 

UNA BASE SCOUT DIOCESANA

Una Base Scout diocesana per favorire l'aggregazione.

Nella mattinata di mercoledì 18 dicembre 2013 è stato firmato l'accordo tra la Diocesi subrbicaria di Porto Santa Rufina ed il nostro gruppo scout di La Storta, per la relizzazione di una base Scout all'interno del Centro Pastorale Diocesano.

Leggi qui

UN ANNO FA' - UN VERO ATTO RIVOLUZIONARIO COMPIUTO DA PAPA BENEDETTO XVI

L'11 febbraio 2013 nei media internazionali. Una porta che si affaccia sulla storia. L'avvenire pubblicava un articolo di Pierangelo Sequeri. - L'attimo in cui furono divise le acque.

 

Leggi qui

PER PREPARARSI BENE AL MATRIMONIO CRISTIANO

Il 14 febbraio 2014, festa di San Valentino Papa Francesco spiega a quindicimila coppie di fidanzati in piazza s. Pietro come far durare un matrimonio. Insieme per sempre.

leggi qui

VISITA AGLI AMMALATI E AGLI ANZIANI NELLE FAMIGLIE E NEI PENSIONATI

E CELEBRAZIONE DEL SACRAMENTO DELL'UNZIONE DEGLI INFERMI:

 

 

 

Venerdì 4 aprile ore 10.00: Pensionato Happy Days

                           ore 17.30: in Cattedrale

Sabato 5 aprile  ore 10.00: Pensionato Cassia Residence

QUARESIMA 2014

1) Messaggio del Santo padre

2) Lettera del Vescovo Mons. Gino Reale

3) Quaresima di Bergoglio

4) Chi non digiuna per il povero inganna Dio

5) Schema per la lettura della Bibbia II Domenica Quaresima

 

Leggi qui

VIA CRUCIS

Venerdì 14

Secondo Venerdì del mese e di Quaresima

 

ore 16.00 Cerquetta

ore 16.30 Pantanaccio

ore 17.30 in Cattedrale:

Adorazione Eucaristica con meditazione della Via Crucis (segue S. Messa)

 

Ogni settimana comunicheremole tappe della Via Crucis itinerante, nelle varie zone della Parrocchia.

DIGIUNO - CARITA' - ELEMOSINA

La nostra Parrocchia chiede il tuo sostegno e la tua elemosina attraverso i salvadanai disponibili in chiesa. Inoltre abbiamo programmato una raccolta alimentare presso i supermercati di zona , con l'aiuto dei ragazzi cresimandi, per  sabato 12 aprile. Si chiede il supporto di volontari adulti.

GIORNATA PENITENZIALE CON IL PAPA

VENERDÌ 28 - SABATO 29

 

“Ecco i giorni della penitenza, tempo di perdono e di salvezza.”

 

“24 ore con il Signore”

 

 Giornata penitenziale con il Papa. In tutte le Diocesi del mondo sarà una giornata intera dedicata al Sacramento della Riconciliazione. Sarà papa Francesco ad aprire l’iniziativa quaresimale nelle chiese di Roma presiedendo una celebrazione penitenziale alle ore 17.00 nella Basilica Vaticana durante la quale confesserà i fedeli.

 Il nostro Vescovo ha indicato la nostra Chiesa Cattedrale come luogo dove celebrare la giornata penitenziale per tutta la diocesi secondo il seguente programma:

 Venerdì 28    in Cattedrale:  ore 17.30 Apertura con                liturgia penitenziale e meditazione sulla via della Croce

 ore 18.30   S. Messa

 ore 20.30 Quaresimale: La tentazione del prestigio:              “Non metterai alla prova il Signore tuo Dio.”(Don Antonello Japicca)

 ore 22.00-24.00 Adorazione Eucaristica

 

Sabato 29  in  Cattedrale:  ore  8.00  S.Messa. Segue Adorazione Eucaristica fino alle ore 12.00

 L’Adorazione Eucaristica riprende alle ore 16.00 fino alle ore 18.00

ore 18.30 Chiusura con la S. Messa presieduta dal Vescovo con conferimento mandato ai catechisti del battesimo e del ministero agli accoliti

 

 

 

PAPA FRANCESCO RACCOMANDA LA LETTURA QUOTIDIANA DEL VANGELO

Papa Francesco ai fedeli, che  il 6 aprile hanno partecipato all'Angelus in piazza S. Pietro, ha donato un piccolo Vangelo (Parola  tascabile) raccomandandone la lettura quotidiana. Se vieni, trovi anche in Parrocchia un Vangelo tascabile.

 

Leggi qui le parole del Papa

INCONTRO IN CATTEDRALE CON KIKO ARGUELLO

Martedì  21 maggio - KIKO ARGUELLO, fondatore  con  Carmen Hernandez  del cammino neocatecumenaie, ha incontrato nella Chiesa cattedrale della Storta   i neocatecumenali della diocesi. In mattinata aveva avuto un incontro con il vescovo , sua eccellenza mons. Gino Reali e i sacerdoti della diocesi.

 E’ stato accolto   con   grande  entusiasmo;  con altrettanto entusiasmo  è stato accolto mons.Gino Reali che ha partecipato all’incontro. Erano presenti  i catechisti responsabili  di Roma nord e i responsabili delle varie comunità  presenti  con i  rispettivi presbiteri.

Con il carisma e lo spirito di sempre  ancora una volta  Kiko  ci ha  scosso , ci ha entusiasmati, ha rafforzato in noi il desiderio di essere veri cristiani . Ha affermato e ribadito con forza che non c’è cosa più grande  al mondo dell’annuncio del Vangelo. “ Dio ha voluto salvare il mondo attraverso la stoltezza del KERIGMA”  Il KERIGMA è l’annuncio di una notizia che si realizza ogni volta che si proclama,  ogni volta si realizza  la salvezza. Vangelo è uguale Kerigma , è uguale buona notizia. Quando si annuncia il Vangelo , in quel preciso momento si attua la salvezza. Il mondo ha bisogno del Vangelo.

Ancora una volta ci ha ricordato che per il nostro battesimo noi siamo profeti e per questo dobbiamo annunciare Gesù Cristo in una società che soffre  perchè vive nel non senso di un mondo pagano.

Perché si susciti la fede nei lontani è necessario che vedano  nelle comunità neocatecumenali  i segni  di questa fede: l’amore  al nemico nella dimensione della  Croce   e la perfetta unità;  questi segni sono la luce del mondo.

Il Vangelo è stato portato fino alle estreme regioni del mondo grazie alle  “Famiglie neocatecumenali  in missione”, grazie  alle “Missiones  ad  gentes”: Questi missionari dei nostri tempi possono mettersi  a disposizione solo  perché  hanno fatto un cammino di Catechesi cristiana.

L’incontro si è concluso con una preghiera comunitaria , la benedizione del vescovo Gino e con i ringraziamento del parroco Don Adriano  a Kiko   per la catechesi che ci ha donato e al vescovo per la sua partecipazione.

 

Nicoletta  Pozio  De Feo

 

" SALTA IL BANCO ALIMENTARE"

Venerdi scorso 21 marzo,  è avvenuta l'ultima distribuzione del Banco Alimentare. E ora la situazione rischia di avere effetti preoccupanti sulle fasce più deboli. Le istituzioni, in particolare la comunità europea ha chiuso il "programma per la distribuzione di derrate alimentari agli indigenti" (Pead) istituito nel 1987.

 

Leggi qui l'appello del parroco e l'articolo di Avvenire Laziosette uscito domenica 23.03.14

C. R. I. - LEZIONE GRATUITA SULLE MANOVRE DI DISOSTRUZIONE PEDIATRICHE

Venerdì 04 aprile, si terrà una lezione informativa della CRI dal titolo " Manovre di disostruzione pediatriche e sonno sicuro"; la lezione si terrà presso il tendone bianco dell'Oratorio della nostra parrocchia, sotto la sede Scout.

 

Scarica la locandina qui sotto

Download
Lezione informativa gratuita sulle manovre di disostruzione pediatriche
locandina croce rossa italiana.pdf
Documento Adobe Acrobat 139.6 KB

papa Francesco invia 161 nuclei famigliari in missione

Sabato, 1° febbraio 2014 nell’Aula Paolo VI

 

L’ESSENZIALE È LA COMUNIONE

 

Meglio rinunciare a vivere il cammino in tutti i dettagli 

pur di garantire l’unità ecclesiale

 

PAPA FRANCESCO CONFERISCE IL MANDATO PER LA “MISSIO AD GENTES” A 160 NUCLEI FAMIGLIARI DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE

 

Quaranta croci missionarie

 

≪La croce di Cristo vi protegga nella vostra missione≫. Con queste parole Papa Francesco ha consegnato a quaranta sacerdoti del cammino neocatecumenale la croce della missione. Lo ha fatto durante l’udienza di sabato 1° febbraio, nell’Aula Paolo VI. I presbiteri che hanno ricevuto la croce rappresentavano le quaranta missio ad gentes che verranno avviate prossimamente. 

Ogni missio e formata da circa quaranta persone: ne fanno parte quattro famiglie (in tutto 160 nuclei familiari),  da un sacerdote e un seminarista, e tre sorelle. Si tratta, quindi, di piu di 1.500 persone che hanno ricevuto dal Papa il mandato missionario.

Insieme con questo gruppo, all’udienza erano presenti circa diecimila persone: centinaia di famiglie gia in missione, presbiteri e itineranti responsabili di tutto il mondo, oltre a una rappresentanza delle 2.589 parrocchie di tutta Europa dove e presente il Cammino e agli studenti dei seminari Redemptoris Mater. Le quaranta missio si aggiungono alle cinquantotto già inviate da Benedetto XVI nel 2012 e negli anni precedenti. Particolare attenzione — spiega Giuseppe Gennarini — e riservata all’Asia, ma anche a zone dove la Chiesa e ≪presente da tempo e dove in media ormai solo il dieci per cento dei battezzati frequenta la Chiesa e migliaia di parrocchie

sono state chiuse o stanno per essere chiuse≫.

Durante l’udienza l’i n i z i a t o re del Cammino, Kiko Arguello, presente insieme a Carmen Hernandez e don Mario Pezzi, ha rivolto un saluto al Papa, presentandogli i sacerdoti e le famiglie che stanno per partire nelle quaranta missio. Otto di queste sono dirette in Cina. 

Nelle otto Missio ad gentes che andranno in Cina ci sono tre famiglie della nostra diocesi, provenienti dalle comunità neocatecumenali di Casalotti, Furbara e La Storta. Della nostra parrocchia c’è una famiglia composta dai genitori e dai loro due figli. Questa vocazione è un grande dono per la nostra parrocchia. Sosteniamoli con la preghiera e invochiamo su di loro la potenza del Signore che è donata attraverso la stoltezza della Croce e la debolezza della nostra predicazione. 

≪Io sono un discepolo di Charles de Foucauld — ha commentato — e non si puo evangelizzare se non si e umili e poveri. E non c’e povertà più grande che non sapere una lingua≫. In questo modo, quando ≪i fratelli imparano la lingua, si inculturano≫. Tre saranno poi le missio per l’India, tre per il Vietnam e una per la Mongolia. Quanto a quelle europee, ve ne saranno a Klagenfurt, in Austria, a Copenhagen, in Danimarca, ma anche in Finlandia e a Tallin in Estonia. Otto si recheranno in Francia, tre in Svizzera (a Friburgo, Ginevra e Losanna), una rispettivamente in Kosovo, in Lettonia, in Olanda, in Ucraina, in Bulgaria e in Ungheria. Due invece raggiungeranno Philadelphia, negli Stati Uniti d’America. Ci sono inoltre altre 245 famiglie con un totale di 720 figli — ha riferito Arguello — che partono per rafforzare il Cammino e dare vita a ≪un processo catechetico-  liturgico di iniziazione cristiana nelle parrocchie, attraverso il quale si vuole portare il concilio. E lo stiamo portando≫. All’udienza hanno partecipato, fra gli altri, i cardinali Vallini, Filoni, Canizares Llovera, Ryłko, Rouco Varela, Schonborn, Dziwisz, Romeo, De Giorgi, Cordes, e numerosi arcivescovi e vescovi.

 

UNA VERA E PROPRIA FESTA DI FAMIGLIA ATTORNO AL PAPA

 

Una vera e propria festa di famiglia quella svoltasi attorno al Papa stamani, sabato 1° febbraio, nell’Aula Paolo VI, con centinaia di bambini indiscussi protagonisti. Per centosessanta di queste famiglie l’i n c o n t ro con il Pontefice ha assunto un significato tutto particolare. Da lui infatti hanno ricevuto il mandato per la missio ad gentes. Proprio la consegna di questo mandato e stata il momento centrale dell’udienza di Papa Francesco a migliaia di appartenenti al Cammino neocatecumenale.

E proprio come un buon padre di famiglia, il Pontefice ha voluto dare loro ≪alcune semplici raccomandazioni

≫. Innanzitutto ha ricordato che ≪e meglio rinunciare a vivere in tutti i dettagli cio che il vostro itinerario esigerebbe pur di garantire l’unita tra i fratelli che formano l’unica comunita ecclesiale≫. Perche — ha affermato — ≪la comunione e essenziale≫, soprattutto tra quelli che ≪formano l’unica comunita ecclesiale≫.

E necessario poi non dimenticare che ≪lo Spirito di Dio arriva sempre prima di noi≫ e sparge ≪i semi del suo Verbo≫. Dunque e importante cercare di capire le culture dei popoli che si vanno a incontrare e ≪riconoscere il bisogno di Vangelo che e presente ovunque, ma anche quell’azione che lo Spirito Santo ha compiuto nella vita e nella storia di ogni popolo≫.Infine il Papa ha raccomandato, a tutti e non solo alle famiglie in partenza, di avere pazienza e misericordia anche con quanti magari decidono di uscire dall’esperienza del Cammino. ≪La liberta di ciascuno — ha raccomandato — non deve essere forzata, e si deve anche rispettare la eventuale scelta di chi decidesse di cercare, fuori dal cammino, altre forme di vita cristiana che lo aiutino a crescere nella risposta alla chiamata del Signore≫.

Papa Francesco non ha poi fatto mancare il suo incoraggiamento ai nuovi missionari, invitandoli a portare il Vangelo dovunque, ≪anche negli ambienti piu scristianizzati≫.

 

IL DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO 

AI RAPPRESENTANTI DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE

Cari fratelli e sorelle,

ringrazio il Signore per la gioia della vostra fede e per l’ardore della vostra testimonianza cristiana, grazie a Dio! Vi saluto tutti cordialmente, ad iniziare dall’Équipe responsabile internazionale del Cammino Neocatecumenale, insieme ai sacerdoti, ai seminaristi e ai catechisti. Un saluto pieno di affetto rivolgo ai bambini, presenti qui in gran numero. Il mio pensiero va in modo speciale alle famiglie, che si recheranno in diverse parti del mondo per annunciare e testimoniare il Vangelo. La Chiesa vi è grata per la vostra generosità! Vi ringrazio per tutto quello che fate nella Chiesa e nel mondo.

E proprio a nome della Chiesa, nostra Madre - la nostra Santa Madre Chiesa, gerarchica come piaceva dire a Sant’Ignazio di Loyola - a nome della Chiesa vorrei proporvi alcune semplici raccomandazioni. La prima è quella di avere la massima cura per costruire e conservare la comunione all’interno delle Chiese particolari nelle quali andrete ad operare. Il Cammino ha un proprio carisma, una propria dinamica, un dono che come tutti i doni dello Spirito ha una profonda dimensione ecclesiale; questo significa mettersi in ascolto della vita delle Chiese nelle quali i vostri responsabili vi inviano, a valorizzarne le ricchezze, a soffrire per le debolezze se necessario, e a camminare insieme, come unico gregge, sotto la guida dei Pastori delle Chiese locali. La comunione è essenziale: a volte può essere meglio rinunciare a vivere in tutti i dettagli ciò che il vostro itinerario esigerebbe, pur di garantire l’unità tra i fratelli che formano l’unica comunità ecclesiale, della quale dovete sempre sentirvi parte.

Un’altra indicazione: dovunque andiate, vi farà bene pensare che lo Spirito di Dio arriva sempre prima di noi. Questo è importante: il Signore sempre ci precede! Pensate a Filippo, quando il Signore lo invia per quella strada dove incontra un amministratore seduto sul suo carro (cfr At 8,27-28). Lo Spirito è arrivato prima: lui leggeva il profeta Isaia e non capiva, ma il cuore ardeva. Così, quando Filippo gli si avvicina, egli è preparato per la catechesi e per il Battesimo. Lo Spirito sempre ci precede; Dio arriva sempre prima di noi! Anche nei posti più lontani, anche nelle culture più diverse, Dio sparge dovunque i semi del suo Verbo. Da qui scaturisce la necessità di una speciale attenzione al contesto culturale nel quale voi famiglie andrete ad operare: si tratta di un ambiente spesso molto differente da quello da cui provenite. Molti di voi faranno la fatica di imparare la lingua locale, a volte difficile, e questo sforzo è apprezzabile. Tanto più importante sarà il vostro impegno ad “imparare” le culture che incontrerete, sapendo riconoscere il bisogno di Vangelo che è presente ovunque, ma anche quell’azione che lo Spirito Santo ha compiuto nella vita e nella storia di ogni popolo.

E infine, vi esorto ad avere cura con amore gli uni degli altri, in particolar modo dei più deboli. Il Cammino Neocatecumenale, in quanto itinerario di scoperta del proprio Battesimo, è una strada esigente, lungo la quale un fratello o una sorella possono trovare delle difficoltà impreviste. In questi casi l’esercizio della pazienza e della misericordia da parte della comunità è segno di maturità nella fede. La libertà di ciascuno non deve essere forzata, e si deve rispettare anche la eventuale scelta di chi decidesse di cercare, fuori dal Cammino, altre forme di vita cristiana che lo aiutino a crescere nella risposta alla chiamata del Signore.

Care famiglie, cari fratelli e sorelle, vi incoraggio a portare dovunque, anche negli ambienti più scristianizzati, specialmente nelle periferie esistenziali, il Vangelo di Gesù Cristo. Evangelizzate con amore, portate a tutti l’amore di Dio. Dite a quanti incontrerete sulle strade della vostra missione che Dio ama l’uomo così com’è, anche con i suoi limiti, con i suoi sbagli, anche con i suoi peccati. Per questo ha inviato suo Figlio, perché Lui prendesse i nostri peccati su di sé. Siate messaggeri e testimoni dell’infinita bontà e dell’inesauribile misericordia del Padre.

Vi affido alla nostra Madre, Maria, affinché ispiri e sostenga sempre il vostro apostolato. Alla scuola di questa tenera Madre siate missionari zelanti e gioiosi. Non perdete la gioia, avanti!

 

TRE INCONTRI PER APPROFONDIRE E MEDITARE LA PAROLA DI DIO PROCLAMATA E ASCOLTATA

Presso l'auditorium della Curia, ore: 18.00-19.30:

mercoledì 19 marzo: Evangelii gaudium

mercoledì 26 marzo: La parola nella liturgia dell'anno A

mercoledì 2 aprile: Davanti a Dio che parla: tre esperienze di ascolto (Abramo-Mosè-Elia)

 

 Scarica qui sotto la locadina con il programma degli incontri Quaresimali di Formazione 

Download
Incontri Quaresimali di Formazione
Davanti a Dio che parla.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.6 MB

DOMENICA 16 MARZO ore 9,30: RITIRO PARROCCHIALE

presso il Centro Pastorale Diocesano:

Ritiro in preparazione alla Pasqua per Genitori, bambini e ragazzi della catechesi (Prima Comunione e Cresima), Oratorio e Scouts.

Seguirà la S. Messa con consegna del Credo e il pranzo comunitario.

 

Leggi qui come è andata

DOMENICA 16 MARZO ore 15,00

DAVANTI A DIO CHE PARLA

«TOLLE ET LEGE»

PRENDI E LEGGI.

 

 

 

LETTURA DELLA BIBBIA IN TUTTE LE PARROCCHIE DELLA DIOCESI

Il Vescovo avvierà la lettura della Bibbia nella nostra Chiesa Cattedrale, come faranno tutti i parroci nelle rispettive comunità.

Saranno proclamati i seguenti passi: Genesi, Cc. 1-20 Levitico, Cc. 1-2 Salmi 1-4 Matteo, Cc. 1-5

UNA COMUNITA' ATTORNO ALLA FAMIGLIA DI FABRIZIO

Una comunità intera di amici,colleghi, semplici conoscenti ha dato il saluto a Fabrizio Bellucci, l’atleta di 44anni morto per un infarto dopo aver raggiunto il traguardo nella mezza maratona Roma– Ostia. Fabrizio, pilota dell’Alitalia, lascia la moglie Francesca, che ha in grembo il loro secondo figlio, e Federico il piccolo di tre anni. Madre e figlio sono stati accolti dall’affetto di tanti che nel Mercoledì delle Ceneri si sono ritrovati al funerale celebrato nella chiesa cattedrale de La Storta. Una famiglia entusiasta della vita racconta il parroco don Adriano Furgoni durante l’omelia, ricordando Fabrizio come un uomo straordinario, consapevole della bellezza della preghiera e innamorato della sua famiglia. Infine don Adriano rivolge parole di conforto a Francesca e Federico dicendo che devono continuare a sperare, perché nel momento della prova e del sacrificio, come per Abramo sul monte con il figlio Isacco, anche per loro «Dio provvederà». Francesca, grazie per il tuo coraggio Abbiamo ricevuto una grande testimonianza di coraggio e di fede. A Francesca, al piccolo Federico e al nascituro Flavio che tra pochi giorni vedrà la luce, la nostra solidarietà che vogliamo esprimere nell’affetto, nella vicinanza, nella carità e nella comunione di fede. All’amico del cuore, Alessandro, una parola di speranza perché trovi luce in questa dura esperienza di dolore. Il Signore non manda la morte ma è lui stesso che scende con la sua morte e risurrezione nella nostra morte per vincerla e debellarla per sempre. “la vita non è tolta, ma trasformata”. Con Abramo saliamo al monte del sacrificio con la certezza che “ sul monte Dio provvede”.

 

Francesca grazie per il tuo coraggio.

FACCIAMO FESTA: E' CARNEVALE!!!

Sabato 1 Marzo, dalle ore 15.00, in Parrocchia.

Sarà un pomeriggio fantastico.

Venite!

 

 

Attività promossa dall'Oratorio Parrocchiale

SABATO 1° MARZO 2014 - RACCOLTA DI GENERI ALIMENTARI

E' indetta una raccolta di generi alimentari organizzata dal banco alimentare e dalla nostra Caritas parrocchiale. Abbiamo bisogno di volontari per la raccolta nei supermercati della zona. Per la disponibilità, telefonare alla segreteria della parrocchia al numero: 06 30890267.

SAN VALENTINO COL PAPA

San Valentino con il Papa. Il 14 febbraio, festa del santo protettore degli innamorati, Francesco incontrerà i fidanzati, per celebrare insieme «La gioia del Si per sempre». L'iniziativa è promossa dal Pontificio Consiglio per la famiglia, All'incontro con il Pontefice che si terrà nell’aula Paolo VI in Vaticano alle ore 11 —  sano invitati i fidanzati che hanno frequentato, o stanno vivendo, i percorsi di preparazione al matrimonio. Nel presentare l'appuntamento l’arcivescovo Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia, ha spiegato; «II Santo Padre ha più volte esortato gli innamorati e i giovani sposi a vivere la gioia dell'amore fedele e fecondo, che cresce nella santità seguendo il modello della Santa Famiglia e accogliendo Cristo nella vita familiare, in cui si rinnova ogni giorno e per sempre il dono pieno e libero di sé nell’amore sacramentale, che riceve la grazia del mistero pasquale». Per le iscrizioni, entro il 30 gennaio 2014, recarsi presso gli Uffici per la famiglia delle diocesi, o le Segreterie dei movimenti e delle associazioni laicali, oppure, inviare una mail all'indirizzo; events@famify.va.

IL DIALOGO TEOLOGICO TRA CATTOLICI E ORTODOSSI

Martedi 11 Febbraio la XXII GIORNATA DEL MALATO

Anche quest'anno la festeggeremo tutti insieme in Diocesi

«Anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli»

Come negli anni passati la giornata si svolgerà interamente presso la Parrocchia B.V. Maria Immacolata in Via Cassia 1286

 

Per il programma clicca qui

ORATORIO - USCITA SULLA NEVE

Sabato 1° febbraio 2014, Uscita sulla neve  di Campo Felice e visita al Santuario di Nostra Signora di Fatima

 

 

 

Scarica qui il modulo d'iscrizione

DAL CIE DI PONTE GALERIA

DON EMANUELE GIANNONE - Esperienza al Cie di Ponte Galeria

 

 

leggi qui

 

XXII GIORNATA MONDIALE DEL MALATO

SABATO 25 GENNAIO

 

 

 

 

 

Si conclude la "SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI.

TEMA DI QUEST’ANNO: «CRISTO NON PUÒ ESSERE DIVISO» (1 Cor 1,1-17) in Cattedrale (dopo la S. Messa delle ore 18.30) dalle ore 19.15 alle ore 20.30: Celebrazione Ecumenica della Parola di Dio (Cattolici – Ortodossi – Evangelici).  

Invito a tutta la comunità a partecipare.

Per documentarti clicca qui

IL PAPA A PRIMA PORTA PER IL PRESEPIO VIVENTE

Il Papa delle periferie - festa a Prima porta per il presepe vivente.

Il giorno dell'Epifania Papa Francesco ha trascorso un'ora con duecento figuranti e parrocchiani della chiesa Sant'Alfonso de' Liguori.

Da il messaggero del 7.1.2014.

apri il pdf

SULLA CANONIZZAZIONE DI PIETRO FAVRE

Intervista al Cardinale Amato sulla canonizzazione di Pietro Favre. La virtù di perdere tempo. Lettera del superiore generale dei Gesuiti Adolfo Nicolas alla Compagnia.

Maestro della preghiera continua

leggi qui

DICHIARATO SANTO IL GESUITA PIETRO FAVRE

PIETRO FAVRE, primo sacerdote della Compagnia di Gesù, 

E' SANTO.

Venerdì 3 gennaio 2014 S. Messa celebrata da Papa Francesco nella chiesa del Gesù in onore del Santo.

 

"Sono stato il primo a pregare san Pietro Favre". Lo ha detto, martedì 17 dicembre, Papa Francesco dopo aver firmato il decreto di canonizzazione del sacerdote della Compagnia di Gesù, per il quale venerdì 3 gennaio del prossimo anno, celebrerà la messa nella Chiesa del Gesù. 

 

leggi qui

I 100 ANNI DI NATALINA SPALVIERI

Il Parroco don Adriano Furgoni insieme alla famiglia e conoscenti ha festeggiato con la celebrazione della S. Messa i 100 anni raggiunti dalla signora Natalina Spalvieri, vedova di Alfredo D'Angelo, abitante alla Cerquetta. E' nata a Venarotta (Ascoli Piceno) il 23.12.1913; ha vissuto nella umiltà della famiglia, accompagnata nel  suo  percorso di vita, da ottimismo e bontà. E' stata una celebrazione eucaristica famigliare. Allietata dai figli e dai parenti, ha partecipato attivamente a tutte le parti della S. Messa. I suoi occhi erano luminosi per la commozione... anche i nostri sopratutto quando ha ringraziato il Signore per tutto quello che ha ricevuto dal suo amore. Don Adriano al termine ha letto la benedizione del S. Padre Francesco augurando serenità, pace e salute. 

Tanti auguri

Anno Pastorale 2013 - 2014

ANNO PASTORALE 2013 – 2014

La conoscenza delle Scritture

e l’Ascolto della Parola al centro del nostro cammino di discepoli di Cristo

 

Carissimi fratelli e sorelle,

si è da poco conclusa l’Assemblea Ecclesiale Diocesana che sotto la guida del nostro Pastore, il Vescovo Gino, ha tracciato il cammino pastorale della diocesi e delle parrocchie per i prossimi tre anni (2013/2014 – 2014/2015 – 2015/2016).

Il tema dell’Assemblea è stato: Perché la Parola di Dio corra.

Le due relazioni portanti sono state incentrate sulla Potenza della Parola e la Parola di Dio vigore e sostegno della Chiesa. Tutta l’Assemblea, attraverso i gruppi di studio e l’esortazione finale del Vescovo, ha potuto dialogare e riflettere su un percorso interessante di tematiche: 1) Il dono della Parola; 2) Gesù Cristo: il volto della Parola; 3) La Chiesa: la casa della Parola; 4) Le strade della Parola; 5) La Parola nelle nostre parrocchie; 6) L’omelia; 7) la Parola di Dio nella catechesi; 8) Lettura personale della Parola; 9) Parlò a tutti; 10) Il frutto della Parola.

Oggi celebriamo la memoria liturgica del grande dottore della Chiesa S. Girolamo, il grande esperto e conoscitore delle scritture. Da lui accogliamo questa forte esortazione:

Adempio al mio dovere, ubbidendo al comando di Cristo: «Scrutate le Scritture» (Gv 5, 39), е: «Cercate е troverete» (Mt 7, 7), per non sentirmi di-re come ai Giudei: «Voi vi ingannate, non conoscen-do né le Scritture, né la potenza di Dio» (Mt 22, 29). Se, infatti, al dire dell'apostolo Paolo, Cristo è poten-za di Dio e sapienza di Dio, colui che non conosce le Scritture, non conosce la potenza di Dio, né la sua sapienza. Ignorare le Scritture significa ignorare Cristo.

Dal «Prologo al commento del Profeta Isaia» di san Girolamo, sacerdote

Anche un altro grande dottore della Chiesa S. Agostino ci invita a salire “sui monti delle Scritture …”

 «Le ritirerò dai popoli e le radunerò da tutte le regioni. Le ricondurrò nella loro terra e le farò pascolare sui monti di Israele» (Ez 34, 13).

    Per «monti di Israele» devono intendersi le pagine delle Sacre Scritture. Lì pascolate, se volete pascolare con sicurezza. Tutto quello che ascolterete da quella fonte, gustatelo con piacere; tutto quello invece che è al di fuori, rigettatelo. Per non andare errando nella nebbia, ascoltate la voce del pastore. Radunatevi sui monti delle Sacre Scritture. Ivi troverete le delizie del vostro cuore, ivi non c'è nulla di velenoso, nulla di dannoso: solo pascoli ubertosi. Venite, pascolate sui monti di Israele.

Dal «Discorso sui pastori» di sant'Agostino, vescovo

Fratelli e sorelle, riportiamo Gesù Cristo crocifisso e risorto al centro del nostro cammino pastorale e della nostra vita spirituale. Non siamo dei superficiali conoscitori della Parola, ma ascoltatori. Gesù ci dice: “Beati quelli che ascoltano la Parola di Dio e la mettono in pratica”.

Sono certamente importanti le nostre devozioni particolari e la pietà popolare, ma non ci lasciamo sopraffare da esse rischiando di lasciare fuori Gesù e il suo Vangelo di salvezza. È la fede che ci salva, la fede che si alimenta nell’ascolto della Parola che è Cristo Gesù. Tuttavia è anche molto importante la conoscenza e l’approfondimento delle Scritture. Ringraziamo Dio per il grande dono della Scrittura; è un dono del suo amore, un dono antico e sempre nuo-vo che dobbiamo sfruttare nella fede.

Nel Vangelo Gesù ci dice appunto сhе il nostro te-soro è contemporaneamente antico e nuovo. Е ogni epoca è invitata а discendere in questa miniera inesau-ribile per trovare nuove ricchezze, е le trova davvero.

Il modo attuale di studiare la Scrittura non assomi-glia а quello dei secoli passati: vi scopriamo aspetti nuovi, che ci aiutano ad apprezzarne meglio la varietà е 1а ricchezza. Cosi si rinnova continuamente il gusto e 1'interesse per lo studio della Bibbia.

Sappiamo che la Scrittura si studia bene soltanto nella fede. «Le Sacre Scritture — scrive Paolo а Timo-teo — possono istruirti per la salvezza, che si ottiene per mezzo della fede in Cristo Gesù». Lo studio della Scrittura è fatto per mezzo della fede, che lo guida. Per aver fede bisogna prima capire un рò la Scrittu-ra, perché se non si capisce niente dell’annuncio di sal-vezza non è possibile aderirvi, quindi per arrivare а credere è necessario fare un certo lavoro di intelligen-za, un certo studio. Ма d’altra parte per approfondire la Scrittura è necessaria la fede: credere per compren-dere.

Accogliendo l’esortazione del Vescovo nel tracciare l’anno pastorale 2013-2014 desidero indicare alcune linee guida per tutta la nostra parrocchia.

1.         Ogni nostra riunione o incontro (qual’esso sia) sia sempre preceduta da un tempo di lettura, meditazione e ascolto della Parola;

2.         Le nostre veglie o incontri di preghiera, le nostre “adorazioni eucaristiche” siano esclusivamente condotte ponendo al centro la Parola di Dio ascoltata, meditata e pregata con tempi di silenzio. Papa Francesco, parlando ai catechisti così ci ha detto: “…stare con Lui; e dura tutta la vita! E’ uno stare alla presenza del Signore, lasciarsi guardare da Lui. Io vi domando: Come state alla presenza del Signore? Quando vai dal Signore, guardi il Tabernacolo, che cosa fate? Senza parole… Ma io dico, dico, penso, medito, sento… Molto bene! Ma tu ti lasci guardare dal Signore? Lasciarci guardare dal Signore. Lui ci guarda e questa è una maniera di pregare. Ti lasci guardare dal Signore? Ma come si fa? Guardi il Tabernacolo e ti lasci guardare… è semplice! E’ un po’ noioso, mi addormento... Addormentati, addormentati! Lui ti guarderà lo stesso, Lui ti guarderà lo stesso. Ma sei sicuro che Lui ti guarda! Questo scalda il cuore, tiene acceso il fuoco dell’amicizia col Signore, ti fa sentire che Lui veramente ti guarda, ti è vicino e ti vuole bene.”;

3.         Nelle nostre veglie di preghiera e “adorazioni eucaristiche” comunitarie non ci sia per nulla l’invadenza delle devozioni private e particolari. Solamente due presenze: La presenza reale e sacramentale del Corpo di Cristo e la presenza sacramentale della Sua Parola: la mensa della Parola e la mensa eucaristica;

4.         Per alimentare la nostra fede e crescere nella sequela di Cristo non è sufficiente la partecipazione (talvolta frettolosa) alla mensa domenicale; è assolutamente necessario avere un tempo durante la settimana per la lettura e ascolto della Parola, personale o comunitaria;

5.         Ci sono gruppi, movimenti ecclesiali o nuove comunità che nei loro cammini mettono al centro la Parola di Dio (es. comunità del cammino neocatecumenale) altre un po’ meno. Raccomando a queste di ricuperare la centralità della Parola di Dio;

6.         A:  ogni giovedì in parrocchia dalle ore 16,30 alle ore 18,30 c’è un incontro di conoscenza e di      approfondimento della S. Scrittura, con un tempo di Lectio per la meditazione e preghiera. Quest’anno l’incontro è così programmato:

                ore 16,30 – 17,15 conoscenza e approfondimento dei libri profetici dell’A.T.

                ore 17,30 – 18,30 Lectio divina sulla Parola della liturgia domenicale;

B:    Accogliendo l’invito della Chiesa (il Papa e il nostro Vescovo) chiedo che tutti gli operatori pastorali    (catechisti, animatori oratorio, liturgia, canto, operatori caritas, gruppo lectio, ministri straordinari comunione, catechesi battesimale, scuola per stranieri, comitato feste, Consiglio Affari Economici) e responsabili gruppi, associazioni, movimenti e nuove comunità (Scouts, Unitalsi, Gruppo Preghiera Padre Pio, Rinnovamento dello Spirito, Legio Maria, Comunità Neocatecumenali) partecipino tutti insieme ad un tempo di ascolto della Parola, di preghiera e di adorazione ogni terzo venerdì del mese in Cattedrale ore 18,30 – 20,00;

7.         Sempre in Cattedrale ogni venerdì dalle ore 17,00 – 18,30 c’è un tempo di Adorazione davanti al          SS. Sacramento. L’incontro è così programmato:

ore 17,00 Rito di esposizione con canto e preghiera;

ore 17,15 Ascolto della Paola di Dio a cui segue un congruo tempo di meditazione e silenzio;

ore 18,15 Preghiera comunitaria del Vespro e Benedizione Eucaristica;

8.         Con gli uffici pastorali della Diocesi, in Avvento o in Quaresima, sarà proposta una lettura continuata di tutta la Bibbia;

9.         Il Vescovo chiede che nella catechesi ai bambini di 1ª Comunione si legga per intero il Vangelo di Marco o di Luca e nella catechesi ai ragazzi di Cresima il libro degli Atti degli Apostoli;

10.     Missione con visita alle famiglie e benedizione pasquale.

A partire dal mese di gennaio/febbraio si prepareranno dei gruppi di laici, che insieme alle religiose e ai sacerdoti, a due a due, in un giorno e in un tempo stabilito, faranno visita alle famiglie della parrocchia per annunciare la buona notizia di Dio che ci ama, testimoniando e consegnando il Vangelo di Cristo.

 

Confortati e sostenuti dalla promessa del Signore, secondo le parole profetiche di Isaia (Is. 55,10-11)

“… Come infatti la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi ritornano senza avere irrigato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, perché dia il seme a chi semina e il pane a chi mangia, così sarà della mia parola uscita alla mia bocca: non ritornerà a me senza effetto, senza aver operato ciò che desidero e senza aver compiuto ciò per cui l'ho mandata.”

 

e con l’accompagnamento e la materna protezione della B. Vergine Maria, la Vergine dell’Ascolto,

(…” sono la serva del Signore. Si faccia di me secondo la tua Parola”), camminiamo anche noi per portare veri frutti di conversione del cuore, di vera comunione di fratelli e sorelle, per diventare autentici testimoni e missionari credibili del Vangelo fino alle “estreme periferie esistenziali”.

 

                                                                                                                     Buon cammino

                                                                                                                 Don Adriano Furgoni

 

 

Roma lì, 30 settembre 2013

L'ORATORIO HA BISOGNO ANCHE DI TE...............

...  di fronte a questo invito, può capitare di sentirsi inadeguati o di non sentirsi all’altezza, ma questo è un falso problema perché tutti siamo in grado di fare qualcosa di importante per chi ci sta accanto

La verità è che ognuno di noi ha ricevuto dei Talenti, tanti o pochi che siano e ha un compito importantissimo: farli fruttare e non nasconderli per paura che vadano persi. Avendo cura dei propri Talenti (tutto ciò che sono le capacità di cui il Signore ci ha fatto dono) possiamo far si che essi  portino frutto, se non il 100, magari solo il 10; sicuro è che se non siamo disposti a metterli in gioco o ancor meglio se non vogliamo metterci in gioco, i nostri talenti non porteranno alcun frutto!

Ma cosa facciamo in Oratorio? Diamo accoglienza a chi arriva, si parla con loro e si condivide il nostro tempo, si ha cura dei luoghi e delle cose che abbiamo a disposizione, aiutiamo le persone ad avere cura di sé (educazione e rispetto), aiutiamo i ragazzi nelle varie attività sostenendoli e promuovendone le capacità di ciascuno, preghiamo con loro, prepariamo insieme feste e  celebrazioni, usciamo, ci divertiamo insieme…

E’ normale che non tutti hanno la voglia o la possibilità di impegnarsi in modo pieno nell’Oratorio, ma con la propria adesione si possono scoprire vari modi per arricchire la vita dei ragazzi;  prendere un gelato al bar, accompagnarli a vedere un film al cinema, dedicare loro  un po’ del proprio tempo  può darci modo di confrontarci con nuove prospettive di vita: l’importante è comunque esserci, senza personalismi, ma con tanta voglia di mettersi al servizio degli altri, soprattutto dei ragazzi.

Lavorare in Oratorio significa principalmente fare un tratto di strada assieme, riconoscere il valore della vita di ciascuno, qualsiasi siano le sue capacità.  Significa aiutarsi reciprocamente a dare il meglio di sé, nella libertà di essere come si è, sapendo che la persona che ci sta accanto non giudica, ma ha la capacità di accoglierci.

I ragazzi e i giovani, in tutte le loro dimensioni, sono il nostro obiettivo principale Essere presenza che accoglie, ascolta, corregge, aiuta:  questo è fondamentale  perché chi entra i Oratorio si senta persona e possa scoprire un luogo dove può  crescere con la regola fondamentale dell’Amore che il Signore ha donato gratuitamente ad ognuno di noi.

Per l’anno 2013-2014 stiamo cercando di attivare progetti di teatro, musica, arte, canto, sport, gioco, conoscenza della lingua e tanto altro … se hai ha disposizione TALENTI da mettere a frutto, idee su progetti diversi o semplicemente vuoi unirti a noi …non esitare ABBIAMO BISOGNO DELLA TUA COLLABORAZIONE  in forma di puro volontariato per i ragazzi del nostro Oratorio

 

Per info:      MESCHINI Maurizio          Tel. 3281503808            e-mail: meschinimaurizio@gmail.com

______________________________________________________________________________________________

Poichè molti non  potranno partecipare alla doppia canonizzazione del 27 aprile, dato l'enorme afflusso di fedeli, si parla di 3/4 milioni di persone, la Sezione Romana  Laziale dell'UNITALSI ha organizzato per sabato 24 maggio, festa di Maria Aiuto dei Cristiani una giornata in Vaticano, giornata dicondivisione uniti nella preghiera guidata dall'amatissimo Cardinale Angelo Comastri.

Questo il programma della giornata:

 Ore 09:00 Arrivo in Piazza Sant’Uffizio per entrare in Vaticano;

Ore 09:45 Partenza davanti la Chiesa di Santo Stefano degli Abissini (all’interno del Vaticano) per la recita del Rosario meditato, fino alla Grotta di Lourdes all’interno dei Giardini Vaticani;

Ore 11:30 Sistemazione nella Basilica Vaticana (Altare della Cattedra) per la Santa Messa presieduta dall’amatissimo Cardinale Angelo Comastri. Al termine passaggio silenzioso davanti agli Altari dove riposano i novelli Santi.

Ore 13:00 Pranzo al sacco o come si preferisce.

Nel primo pomeriggio visita ai Musei Vaticani (facoltativa), il costo d’ingresso ai Musei Vaticani è di € 8,00.

Per i disabili in carrozzina l’ingresso è gratuito.

 Tutti i referenti dei Gruppi sono a vostra completa disposizione per qualsiasi chiarimento, potete iscrivervi comunicandolo direttamente a loro, oppure ci trovate ai consueti contatti!! 

Domenica 14 dicembre - nell'itinerario catechistico, incontro con le Famiglie  in preparazione ai sacramenti dell'iniziazione cristiana

raccontare e narrare ai figli la Storia di Dio dentro la nostra storia

 

Nell’itinerario catechistico per i bambini e ragazzi in preparazione ai sacramenti dell’Iniziazione cristiana, proseguono gli incontri mensili con Genitori e famiglie.

Uno di questi domenica scorsa, 14 dicembre, presso il Centro Pastorale della Diocesi.

A condurlo Don Giorgio Zevini, salesiano e docente alla UPS (Università Pontificia Salesiana), grande biblista, catechista e maestro del metodo della Lectio Divina.

I primi arrivi verso le 9.30. Si attende con ansia: verranno? Alle 10.00 la sala si riempie di genitori.

I bambini e ragazzi con i catechisti e gli animatori dell’Oratorio scendono nelle sale per iniziare la costruzione di un piccolo presepe da portare a casa. Don Maurizio li accoglie, li organizza predisponendo la consegna del materiale e osservando che tutto proceda bene.

Nella sala la nostra coordinatrice della catechesi, Nicoletta Pozio, presenta Don Zevini e porta a conoscenza dei genitori il programma dell’itinerario catechistico e gli appuntamenti del tempo delle Feste natalizie. Esorta i genitori a seguire i propri figli nel trasmettere la fede e manifesta il proposito e l’impegno da parte della Parrocchia a seguire quelle coppie che da poco hanno battezzato i propri figli per aiutarli nel loro compito e responsabilità ad educarli nella Fede cristiana.

Il tema dell’incontro è: «Come trasmettere la Fede oggi: la narrazione della Storia di Dio nella storia dell’uomo».

Oggi la trasmissione della Fede passa attraverso il raccontare, narrare l’incontro di Dio con l’uomo. Così fu al tempo di Gesù; così fu nella storia d’Israele nell’Antico Testamento; così fu per noi quando eravamo bambini e la nonna raccontava; così fu anche per Papa Francesco con la sua nonna Rosa.

Questo metodo rimane validissimo anche oggi, nonostante la tecnologia avanzata nella comunicazione.

Ce lo insegna anche il grande attore Roberto Benigni con la sua splendida «narrazione» dei Dieci Comandamenti.

Il racconto è la forma pedagogica con la quale Dio ci indica la strada della Fede.

L’Antico Testamento è semplicemente una storia narrata prima oralmente, poi raccontata con la Scrittura.

Don Zevini insiste sull’importanza della «voce della madre» nel raccontare la Fede. Con la madre, naturalmente, il padre, con la sua esperienza e, come supporto, la presenza dei nonni. 

La storia raccontata dai genitori si lega alla storia della propria vita. Così si costruisce l’identità del figlio: il senso di un’appartenenza, il legame con una «memoria» e «radici» nlla vita di un popolo.

Ci deve essere continuità e relazione tra presente, passato e futuro. E’ necessario oggi «riaffidare» i figli ai genitori.

Don Zevini prosegue ponendo alcune domande: raccontare, va bene; ma che cosa raccontare? Come raccontare? Qui si pone il problema della conoscenza della Bibbia.

Bisogna capire la Bibbia, leggerla, meditarla, pregare con la Parola di Dio.

In casa bisogna creare un angolo: l’angolo di Dio, dove è esposta la Bibbia, con un lume, un fiore!

Il bambino comincerà a farsi delle domande e, attraverso le risposte ricevute dai genitori, incontrerà la Parola di Gesù, incontrerà Gesù, Persona viva, presente ed amica.

Nicoletta Pozio ricorda ai genitori che noi abbiamo dato ai bambini come testo di catechismo «La Bibbia raccontata ai bambini» con meravigliose illustrazioni. Esorta i genitori ad usarla per raccontarla.

Quando raccontare? Don Zevini suggerisce alcuni tempi importanti: ad esempio prima di dormire, quando si è in macchina, un tempo la domenica mattina, nei momenti di festa, in momenti dolorosi o gioiosi. Ogni tempo è tempo opportuno per raccontare la storia di Dio attraverso Gesù. Il popolo di Israele trasmetteva la Fede e viveva la Fede attraverso le «feste», come per esempio la Pasqua.

Don Zevini accenna ad alcuni momenti della cena pasquale relazionandola con la nostra Eucarestia domenicale.

E’ necessario recuperare il senso della Fede nelle feste: Pasqua, Natale. Porre dei segni religiosi in casa: per esempio, il presepe.

Tutto questo è possibile a tutti, se crediamo e amiamo i nostri figli. Diamo loro un futuro.

E così per quasi due ore, volate via. Al termine le tante domande da parte dei partecipanti che hanno testimoniato il grande interesse alle cose dette.

Durante la Santa Messa celebrata dal Parroco Don Adriano e animata dai ragazzi e genitori dell’oratorio accompagnati dalle chitarre di Paolo e Francesco, è stata accesa la candela rosacea della Terza Domenica di Avvento.

Il celebrante, durante l’omelia, attraverso un dialogo partecipato con i bambini, ha presentato la preghiera e la testimonianza del Battista, mettendo in risalto la funzione di «Voce» e di «Parola».

I bambini, come sempre, hanno dato prova della loro attenzione e preparazione nella comprensione del Vangelo.

La giornata è terminata con un buon pranzo preparato da Giancarlo e Patrizia con la collaborazione di tutti.

Prima di congedarci c’è stato lo scambio degli auguri natalizi, dandoci l’appuntamento per i prossimi incontri.

Ancora un grazie sentito a tutti: catechisti, animatori dell’Oratorio, genitori e famiglie.

A tutti voi Buon Natale, Buon Anno Nuovo, con la Fede nel Signore.

 

                                                                            Don Adriano Furgoni

                                                                                        Parroco

Firenze 2015, il Convegno ecclesiale nazionale comincia su internet

Guarda al mondo digitale il cammino di preparazione al quinto Convegno ecclesiale nazionale che si terrà a Firenze dal 9 al 13 novembre 2015 e che avrà per tema In Gesù Cristo il nuovo umanesimo. «Il web, nella sua declinazione social, è un elemento del contesto di Firenze 2015 che differenzia questo Convegno ecclesiale da tutti quelli che lo hanno preceduto». I social, Facebook (www.facebook.com/firenze2015) e Twitter (@firenze_2015), sono già partiti persino prima del sito ufficiale e in una settimana hanno visto incrementare rapidamente i membri.

 

Da Avvenire del 28.09.2014

Calendario e programma catechesi 2014-2015

IL NUOVO ANNO CATECHISTICO 2014-2015

Carissimi catechisti e genitori di buona volontà, ormai il nostro sguardo è verso il prossimo anno catechistico 2014-2015.

È già tempo di orientare insieme i nostri sguardi, le nostre disponibilità, il nostro desiderio di annunciare il vangelo di Gesù, al nuovo servizio catechistico di trasmettere la fede ai piccoli attraverso un gioioso percorso di iniziazione cristiana. Ci siete? Ci state?

La comunità parrocchiale ha bisogno di voi.

Ancora un grazie particolare a tutti voi che collaborate generosamente in questa missione.

Coraggio!

Il Signore vi benedice.

Fatevi portavoce di quanto stiamo facendo e cercate di coinvolgere quanti, tra le vostre conoscenze, hanno il desiderio di collaborare con noi nella catechesi.

Ci diamo appuntamento a settembre, non mancate: sarà un tempo prezioso di preparazione alla catechesi 2014-2015.

Vi saluto, Don Adriano

 

 
CALENDARIO E PROGRAMMA CATECHESI 2014 — 2015
 
1. CATECHIST
 
a.Incontri di programmazione per Catechisti: 
Martedi 2 settembre ore 16.00-18.00:   1° e 2° a. Prima Comunione e Cresima   
Martedi 9 settembre ore 16.00-18.00:  1° e 2° a. Prima Comunione e Cresima
Mercoledi 10 settembre ore 16.00-18.00:  1° a. Prima Comunione 
Venerdi 12 settembre ore 16.00-18.00:  1° e 2° a. Cresima 
Martedi 16 settembre ore 16.00-18.00:  1° e 2° a. Cresima 
Mercoledi 17 settembre ore 16.00-18.00:  1° a. Prima Comunione
Venerdi 19 settembre ore 16.00-18.00:  1° e 2° a. Cresima 
Martedi 23 settembre ore 16.00-18.00:  2° a. Prima Comunione 
Mercoledi 24 settembre ore 16.00-18.00:  1° a. 'Prima Comunione 
Venerdi 26 settembre ore 16.00-18.00:  1° e 2° a. Cresima
 
b. Incontri di Preghiera con Adorazione Eucaristica con i Catechisti (ore 20.30-21.30
Lunedi 1 dicembre 
Lunedi 23 febbraio 
Lunedi 13 aprile 
c. Ritiro per Catechisti (da programmare) 
d. Itinerario di formazione per Catechisti 
Responsabili sono il Parroco e Nicoletta Pozio 
Ogni mese ci sarà un incontro specifico per la formazione sul campo dei catechisti 
oltre che l'incontro settimanale nell'ora precedente la catechesi 
e. Incontri settimanali dei Catechisti (ore 15.50-16.50) 
ore 15.50-16.20: Lectio sul Vangelo della Domenica (Parroco o altro sacerdote) per l'approfondimento biblico dei testi liturgici 
ore 16.20-16.50: Con Nicoletta Pozio per la preparazione della scheda per catechisti, bambini e genitori
 
2. INIZIO CATECHESI 2014-2015
 
a. Sabato 27 settembre ore 15.00-18.00:  Festa d'inizio con tutti i bambini e i  ragazzi della Catechesi e dell'Oratorio
 
b. Domenica 28 settembre ore 10.00:  S.Messa con tutti i bambini e i  ragazzi della Catechesi e dell'Oratorio. Durante la S. Messa: Mandato ai Catechisti e Animatori dell'Oratorio
c. Inizio incontri di Catechesi 
Martedi  30 settembre  ore 17.00-18.30:  2° anno di Prima Comunione
Mercoledi  l ottobre      ore 17.00-18.30:  1° anno di Prima Comunione (Riconciliazione)
Venerdi  3 ottobre        ore 17.00-18.30:  1° e 2° anno di Cresima 
 
d. Incontri settimanali di catechesi per bambini e ragazzi 
ore 17.00-18.00:  in gruppo 
ore 18.00:  tutti in chiesa
 
e. Iscrizioni 
Ritirare in Segreteria il modulo d'iscrizione e consegnarlo entro il 27 settembre. 
f. Sussidi 
Bibbia e schede per Catechisti, bambini e genitori
 
3. CATECHESI E FAMIGLIE: UN CAMMINO INSIEME AI GENITORI
 
a. Incontri di conoscenza e presentazione programma con i Genitori 
(dopo la S. Messa delle ore 10.00) 
Domenica 5 ottobre:   1° anno di Prima Comunione 
Domenica 12 ottobre:  2° anno di Prima Comunione 
Domenica 19 ottobre:   1° anno di Cresima 
Domenica 26 ottobre:  2° anno di Cresima
 
 b. Incontri successivi con i Genitori (dopo la S. Messa delle ore 10.00) 
Domenica 16 novembre2014 1 ° e 2° anno di Prima Comunione 
Domenica 23 novembre 2014 1° e 2° anno di Cresima 
Domenica 1 febbraio 2015:   1 ° e 2° anno di Prima Comunione 
Domenica 8 febbraio 2015:  1° e 2° anno di Cresima 
Domenica 12 aprile 2015:    1° e 2° anno di Prima Comunione 
Domenica 19 aprile 2015:   1° e 2° anno di Cresima
 
c. Giornata di Ritiro e Spiritualità con i Genitori 
(Famiglie bambini e ragazzi Catechesi e Oratorio — Pranzo compreso) 
Domenica 14 dicembre ore 9.00-15.00: Avvento/Natale 
Domenica 1 marzo ore 9.00-15.00: Quaresima/Pasqua 
 
d. Celebrazione Penitenziale per i bambini 2°anno di Prima Comunione (in due gruppi)
 
e. Uscite: Nel corso dell'anno verranno programmate uscite con i bambini/ragazzi e famiglie, 
 
4. CALENDARIO DELLE CELEBRAZIONI DEI SACRAMENTI DELL'INIZIAZIONE CRISTIANA
 
Domenica 26 aprile ore 10.00:S. Messa di Prima Comunione (1° gruppo) 
Domenica 3 maggio ore 10.00:S. Messa di Prima Comunione (2° gruppo)
Domenica 10 maggio ore 10.00:S.Messa di Prima Comunione (3°gruppo)
Domenica 17 maggio ore 10.00:S.Messa di Prima Comunione(4°gruppo) 
Domenica 24 maggio ore 10.00:  S. Messa della Cresima (Pentecoste)
Domenica 31 maggio ore 10.00: S. Messa e Festa della Prima Riconciliazione
Sabato 5 giugno ore 16.00:  Festa di conclusione Catechesi e Oratorio
Domenica 6 giugno ore 10.00:  Corpus Domini 
Lunedi 14 giugno:  Inizio Campo estivo Oratorio e Catechesi
 
N.B. I ritiri avranno luogo il sabato precedente la celebrazione
 
 
5. LA DOMENICA
 
E' importante ricordare che la catechesi migliore è partecipare tutti — bambini, ragazzi e famiglie - alla S. Messa domenicale delle ore 10.00. La Messa è animata dai ragazzi e dai loro genitori.
a. Preparazione canti 
In chiesa, tutti insieme, nel giorno di catechismo, una volta al mese 
Tutti i sabati pomeriggio, insieme all'Oratorio 
b. Preparazione alla liturgia festiva per i Genitori 
(con Nicoletta Pozio, durante l'ora di catechesi dei bambini-ragazzi)
 
Roma, La Storta, 6 agosto 2014.    
                                     Buona preparazione!
                                                                Don Adriano, Parroco